Società

“Mediterraneo, il mare che unisce”: Agropoli-Tunisi in kayak

di Redazione

Agropoli (Salerno) – Il Comune di Agropoli aderisce all’iniziativa “Il Mediterraneo, il mare che unisce”, presentata ufficialmente a Napoli nella sede del Consiglio Regionale.

“Si tratta di un progetto di alto valore sociale e sportivo. – afferma il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri – Il progetto, attraverso il kayak e la vela, in un rapporto di simbiosi con il mare, creerà un ponte simbolico tra la nostra terra e la Tunisia. Siamo orgogliosi che i promotori dell’iniziativa abbiano scelto il porto di Agropoli quale punto di partenza del viaggio lungo il Mediterraneo”.

La campagna prevede due barche a vela, 6 kayak e 569 miglia da percorrere da Agropoli fino a Tunisi in un ideale viaggio della speranza all’insegna dello sport, della solidarietà e della ricerca scientifica.

E’ ideata da Raffaele Bove, dirigente medico veterinario presso l’Asl di Salerno e appassionato kayaker e partirà il 25 giugno dalla marina di Agropoli, alla volta di Tunisi, seguendo un percorso che in 20 giorni toccherà Acciaroli, Camerota, Sapri, Maratea, Cetraro, Amantea, Tropea, Panarea, Lipari, Porto Rosa, Gregorio Bagnoli, Agata di Militello, Cefalù, Palermo, Terrasini, Vito lo Capo, Favignana, Mazara del Vallo, Pantelleria, Kelibia e, infine, la capitale della Tunisia.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico