Cronaca

Scuolabus irregolari e bambini a rischio: Luca Abete contestato a Napoli

di Redazione

Napoli – Il punto definitivo sulla situazione degli scuolabus non in regola a Napoli quello fatto da Luca Abete, ieri sera, durante la puntata di Striscia la Notizia.

L’inviato ha mostrato uno scuolabus di Secondigliano al cui interno è stata installata una panca di legno per permettere il trasporto di più bambini, oltre i nove consentiti dalla legge, dato che per portarne di più è necessaria una patente D per gli autobus.

L’autista del mezzo, intervistato da Abete, ha ammesso di non poter pagare l’assicurazione, dicendo: “Come faccio a pagare duemila euro di assicurazione su un mezzo da nove persone che mi fa guadagnare 40 euro al mese per ogni bambino che trasporto? Con una licenza da nove posti, come si fa a vivere?”.

Questo il commento di Luca Abete sulla sua fanpage: “Chi metterebbe suo figlio sul furgoncino degli orrori? In nome del guadagno c’è chi mette a rischio la vita di piccole anime innocenti e fa concorrenza sleale ai tanti scuolabus rispettosi delle regole! Nel furgoncino degli orrori bambini stipati come sardine, panche di legno al posto dei seggiolini e l’assicurazione scaduta! La folla di ragazzini poi fa il resto: ci invitano ad andare via urlando cori contro di noi!”.

GUARDA IL SERVIZIO, CLICCA QUI

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico