Cronaca

Afghanistan, bombe Usa colpiscono ospedale per errore

di Redazione

Succede a Kunduz, in Afghanistan, città sotto il controllo dei talebani e da giorni teatro di scontri con le forze di sicurezza governative: delle bombe americane hanno colpito per errore l’ospedale di Medici senza Frontiere (Msf). Il bilancio è di tre sanitari uccisi e altre 30 persone risultano disperse.

Le forze americane hanno realizzato un attacco aereo la notte scorsa su Kunduz City che “potrebbe avere causato danni collaterali ad una struttura medica della città”, ha reso noto il colonnello Brian Tribus, portavoce delle forze Usa in Afghanista.

I talebani hanno condannato “il selvaggio attacco” in cui sono stati “martirizzati decine di medici, infermiere e pazienti”.

Il portavoce Zabihullah Mujahid ha dichiarato che l’Emirato islamico dell’Afghanistan “condanna questo crimine americano”. Questo gesto, aggiunge, mostra agli afghani e al mondo “la natura spietata ed ipocrita degli invasori e dei loro mercenari”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico