Cronaca

Talebani attaccano Parlamento afghano: kamikaze, autobomba e razzi sull’edificio

di Stefania Arpaia

Kabul – Paura al Parlamento afghano, lunedì mattina, in seguito all’esplosione di un’autobomba. L’edificio, che ospitava  una diretta della tv statale riguardante la sessione politica in cui i deputati dovevano ratificare la nomina del nuovo ministro della Difesa, Mohammad Masoom Stanekzai, è stato colpito da diverse cariche esplosive, un razzo e armi automatiche.

Le immagini di Ariana Tv hanno mostrato il vice presidente della repubblica Sarwar Danish, che presiedeva la seduta e introduceva il dibattito, poi una violenta esplosione, il fumo nero e un fuggi fuggi generale in cui ognuno cercava di raggiungere nel minor tempo possibile le principali vie di fuga. 

Secondo fonti locali, un kamikaze si è fatto esplodere proprio all’esterno del palazzo per permettere ad un commando di uomini armato di infiltrarsi nell’edificio. Il razzo ha invece colpito il tetto della struttura.

Tanta la paura per i deputati presenti al dibattito. Una trentina le persone rimaste ferite, tra cui donne e bambini, nessuna vittima.

Le forze dell’ordine afghane sono riuscite a fermare l’attacco del commando: i terroristi si sono nascosti in un palazzo in costruzione e hanno dato il via ad un conflitto a fuoco con la polizia. Non confermata dalle autorità la notizia diffusa dai media locali secondo cui ci sarebbero 6 morti tra i civili che si trovavano all’esterno dell’edificio al momento dell’esplosione.

L’attentato è stato rivendicato poco dopo dai talebani.  Il loro portavoce, Zabihullah Mujahid, su Twitter ha scritto: “Diversi mujaheddin sono entrati nel Parlamento e la battaglia è in corso. Abbiamo lanciato un attacco al Parlamento poiché lì era in corso un’importante riunione per la presentazione del ministro della Difesa”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico