Spettacoli

“Capitani Coraggiosi”: Baglioni e Morandi insieme

di Emma Zampella

Una conferenza stampa nella Casa del jazz di Roma, due ore di chiacchiere immerse tra aneddoti e spiegazioni, gag e canzoni. È solo un assaggio dello spettacolo che stanno preparando insieme Claudio Baglioni e Gianni Morandi. “Capitani Coraggiosi” è il titolo che hanno scelto per il loro straordinario evento, nonché il nome del singolo che hanno inciso insieme.

I due cantanti, che separatamente hanno contribuito a scrivere pagine e pagine della storia della musica italiana, si troveranno insieme sul palco il 10 settembre nello spettacolare scenario del Foro Italico a Roma. Uno spettacolo che sarà molto più di un semplice concerto. “Il tempo passa e volevo fare qualcosa con uno più grande di me”, scherza Baglioni con Morandi pronto a rispondere: “Io sono il cuore, tu la testa…”. A sorpresa i due hanno registrato l’inedito Capitani Coraggiosi, in uscita domani 15 giugno.

“La prima volta che ci siamo incontrati – dice Baglioni – è stato nel 1969, davanti a un buffet, dopo un concerto Gianni mi ha detto ‘Signora Lia (riferendosi alla canzone, ndr) a me la cosa non mi andava giù tanto…’. Da allora i nostri incontri si sono susseguiti, fino a sei mesi fa quando dopo un mio concerto a Bologna ho detto a Morandi che era arrivato il momento di realizzare la nostra collaborazione”.

Una collaborazione che non si sa ancora se sfocerà in un progetto televisivo e discografico: “Le proposte ci sono ma ci stiamo muovendo per gradi, registreremo tutto, poi si vedrà”, dicono in coro. Morandi e Baglioni nel corso della conferenza hanno scherzato più volte sull'”unione”: “Ci stiamo conoscendo, giorno dopo giorno scopriamo che ci sono delle cose da amalgamare del nostro carattere, ma ci sono anche una serie di affinità, Gianni è più di istinto, io sono riflessivo – ha detto Claudio – e poi c’è il problema della durata delle canzoni, quelle di Gianni durano meno di una introduzione delle mie…”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico