Aversa

Rendiconto di gestione 2014, convocato il Consiglio

Aversa – È stata convocata dal presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Stabile, la seduta dell’Assise, alle ore 10 di giovedì 8 maggio ed occorrendo, in seconda convocazione, per il giorno successivo alla stessa ora.

All’ordine del giorno l’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario 2014, l’approvazione del progetto preliminare dei lavori di realizzazione della pista di atletica e la relazione annuale del segretario generale in materia di controllo di regolarità amministrativa.

Dal Consuntivo finanziario dell’anno trascorso si rileva il rispetto dei parametri previsti dal Patto di stabilità ed il consolidato rispetto degli indicatori determinanti la deficitarietà strutturale di un Ente Locale. Il Rendiconto 2014 si è chiuso con un avanzo di amministrazione di euro circa 11milioni di euro. Le linee guida finanziarie dell’Amministrazione Sagliocco, improntate alla riduzione della spesa pubblica ed all’incremento delle Entrate, anche per l’anno trascorso sono state rispettate.

L’Amministrazione comunale di Aversa per il 2014 non ha applicato la Tasi sia per gli inquilini che per i proprietari, ha lasciato invariata l’aliquota Irpef nella misura minima dello 0,5%.

Nonostante la sostanziosa riduzione delle rimesse statali, l’Amministrazione Sagliocco ha garantito i servizi essenziali, e non solo. Nella fattispecie tra le attività specifiche dell’anno trascorso poste in essere dall’Amministrazione Sagliocco c’è l’ottenimento dei finanziamenti per la realizzazione di isole ecologiche, il finanziamento per l’acquisto di attrezzature per la raccolta differenziata, il finanziamento per il primo festival dedicato a Iommelli e Cimarosa e la realizzazione dello stesso, la rimodulazione del programma Piu Europa con la riduzione della partecipazione del Comune con la riduzione dell’avanzo come copertura dello stesso da circa 5milioni di euro a circa 1milione e 200mila euro.

Non solo. Si è provveduto all’informatizzazione della mensa scolastica, alla partecipazione delle “cartoniadi” in Campania, all’attivazione delle procedure per l’ottenimento degli spazi finanziari regionali e nazionali nell’ambito del patto incentivante verticale che ha determinato la possibilità di pagare somme in conto capitale senza che le stesse potessero incidere sul patto di stabilità. Inoltre è stata prevista una manutenzione delle strade cittadine per circa 2 milioni di euro attraverso la devoluzione dei mutui che ha portato un doppio beneficio: non appesantire l’Ente di ulteriori mutui e non incidere sulle spese di cassa.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico