Cronaca

Civitanova Marche, naufragio peschereccio: nessuna traccia dei dispersi

di Stefania Arpaia

Ancona – E’ salito a 4 il bilancio delle vittime del naufragio avvenuto giovedì, al largo di Civitanova Marche.

L’imbarcazione “Sparviero”, dedito alla raccolte di cozze, sarebbe stato investito da un’onda anomala che avrebbe fatto spostare 60-80 quintali di cozze tutto da un lato, facendo rovesciare il peschereccio.

Due i sopravvissuti: Leonardo Coccia e Aldo Leo, di Cagnano Varano, nel foggiano. Due le vittime accertate: Michele Fini, 25 anni e Giorgio Toma Viorel, 19 anni, mentre Maroga Costeli, 35 anni, e Simion Vasile, 39, i due marittimi romeni sarebbero ancora dispersi.

Inviato venerdì mattina una motovedetta Sar classe 800, in grado di affrontare il mare forza 8, mentre un aereo perlustra la zona. Intanto, le speranze di trovare in vita i dispersi sono sempre minori.

Aperte due inchieste: una dalla procura della Repubblica di Macerata, e l’altro dall’Ufficio circondariale marittimo di Civitanova Marche, che sta vagliando la documentazione dello “Sparviero” e i contratti di ingaggio dei marittimi, alcuni dei quali potrebbero essere stati assunti “in nero”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico