Cronaca

Teano Jazz Festival, Di Benedetto: “Nessun rinvio”

di Redazione

Nicola Di Benedetto Teano. Nessun “rischio” né “rinvio” per la 22esima edizione del Teano Jazz Festival che si terrà regolarmente, come da programma, dal 17 al 27 luglio con la partecipazione, in suggestive location della città sidicina e di altri 11 comuni casertani, di star internazionali.

A confermarlo è il sindaco Nicola Di Benedetto che spazza via le voci riguardanti il presunto annullamento della kermesse dopo le dimissioni del Rup (Responsabile unico del procedimento), Ferdinando Zanni.

“Subito dopo le dimissioni di Zanni – spiega il primo cittadino – abbiamo provveduto a dare incarico alla segretaria comunale, Patrizia Cinquanta, come Rup. La manifestazione, pertanto, si svolgerà come da programma”. Di Benedetto spiega che “quando sono in ballo grandi progetti possono verificarsi dei problemi ma l’impegno, come nel nostro caso, è massimo per la loro risoluzione”. E sottolinea come “in una squadra ognuno deve fare la sua parte ed è proprio di fronte ai problemi che dalle parole si deve passare a gesti concreti. Ognuno deve contribuire alla realizzazione di progetti che, come il Teano Jazz, puntano al rilancio del territorio su scala regionale e nazionale, senza tirarsi indietro alla prima difficoltà, senza allarmismi, ma solo lavorando con responsabilità”.

Il Teano Jazz Festival 2014 è un evento finanziato dall’assessorato al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania, organizzato da Comune di Teano in collaborazione con l’associazione “Teano Musica” presieduta da Walter Guttoriello, con il sostegno dei comuni coinvolti nel progetto e di sponsor privati. La rassegna, diretta da Antonio Feola, quest’anno diventa itinerante e coinvolge 12 comuni dell’Alto Casertano, puntando a coniugare il lato artistico e spettacolare con quello turistico e culturale, legato alla riscoperta di un territorio ricco di tradizione.

Oltre al comune di Teano, capofila del progetto, infatti, il jazz e la musica afroamericana invaderanno Alife, Caianello, Calvi Risorta, Piedimonte Matese, Pietramelara, Pietravairano, Riardo, Roccamonfina, Rocchetta e Croce, San Potito Sannitico, Sparanise, presentando star internazionali, jazzisti italiani, talenti campani, brass band e progetti esclusivi in suggestive location.In scena per 11 giorni oltre 100 musicisti che proporranno sonorità e stili differenti: il maestro della musica improvvisata David Murray con l’Infinity Quartet, il leggendario sassofonista del Tennessee Charles Lloyd, il duo franco-americano Michel Portal e Hamid Drake, il travolgente funk di Fred Wesley (storico trombonista di James Brown) con the New JBs, Paolo Fresu col suo quintetto che festeggia i 30 anni di carriera, Gianluca Petrella che omaggia Nino Rota con il progetto “Il Bidone”, Nicola Conte con il suo Jazz Combo, il batterista Enzo Carpentieri alla guida del Circular E-motion con ospite il trombettista statunitense Rob Mazurek, la “Klezmer Night” di Gabriele Coen. E ancora, l’omaggio ad Astor Piazzolla del Nuevo Tango Ensamble, il sassofonista irpino Pasquale Innarella, il Montmartre Quartet, il trio di Francesco Nastro e quello di Alessandro Lanzoni, il quartetto di Alessandro Tedesco, il “Dialogo” di Silvia Bolognesi e Angelo Olivieri, il Jewish Experience Quintet, gli esuberanti Slivovitz, il quintetto del chitarrista Giovanni Francesca e il progetto The Swing Tree di Marco Sannini, Oscar Montalbano e Marco de Tilla. Oltre alle festose fanfare itineranti in stile New Orleans della Salerno Street Parade e Fa Re Musica Street Band.

Tra le location che faranno da cornice ai live ecco il Loggione del Museo Archeologico di Teano, il Chiostro di San Domenico a Piedimonte Matese, il Castello di Riardo e Oasi Fai Ferrarelle, il complesso architettonico della Cattedrale Romanica e del Castello Aragonese di Calvi Risorta, il Parco Archeologico del Monte Cila, l’anfiteatro romano di Alife e i centri storici dei vari comuni che partecipano all’evento. Siti d’interesse storico e turistico pronti ad abbracciare un variegato intreccio di note che partendo dal jazz arriva al funk, alla musica popolare, al tango, al folk, alla fusion, alla klezmer, al jazz-rock, alla bossa nova, a sonorità classiche e contemporanee.

Per info e programma completo: www.teanojazz.org

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico