Società

Ad Aversa la cultura va a ruba

di Antonio Arduino

In città bazzicano ladruncoli di giornaliAVERSA. Ad Aversa la cultura va a ruba, almeno quella spicciola, offerta da quotidiani e periodici. Non è un modo di dire, ma è quanto succede regolarmente nelle edicole cittadine.

Dove, con puntualità impressionante, quasi ogni mattina, mani anonime portano via la copia delle pubblicazioni contenute negli espositori. Tra le più gettonate è il periodico Concorsi ed Esami ma seguono a ruota tutte le pubblicazioni che vengono esposte. A segnalare la curiosa abitudine è Teresa Maiale, titolare dell’edicola “L’Angolo della Lettura” di via Raffaello. “La prima volta – racconta – è accaduto con un periodico locale ‘Nero su Bianco’ che ha aperto la serie dei ‘furti di cultura’. La pubblicazione, che è distribuita gratuitamente, veniva messa in un contenitore posto all’esterno dell’edicola per consentire ai passanti di prenderne liberamente una copia. Fino a quando una mattina qualcuno ha portato via l’intero pacco”. Un furto strano, che però si è ripetuto più volte. Prima ancora con “Nero su Bianco”, poi, quando l’edicolante ha portato le copie del periodico all’interno dell’edicola, con i quotidiani messi in mostra negli espositori. Un furto da libro dei record, non per l’importanza o la difficoltà del colpo messo a segno, bensì per il titolo conquistato dai ladruncoli anonimi che è quello di re degli imbecilli. “Perché – spiega Teresa – nell’espositore mettiamo solo la prima pagina della pubblicazione, proprio per non indurre tentazioni”. Un accorgimento usato da sempre dall’edicolante che però non è bastato, né basta a dissuadere i ladruncoli anonimi a mettere a segno il “colpo” giornaliero dal momento che, malgrado balzi agli occhi che nell’espositore c’è solo una pagina delle pubblicazioni, c’è sempre qualcuno che continua a rubare quella prima ed unica pagina custodita nell’espositore. E non succede solo all’edicola di via Raffaello. In città non c’è edicolante che non possa raccontare di avere subito il medesimo furto.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico