Trentola Ducenta

Trentola Ducenta, festa di San Giorgio Martire: il programma dal 18 agosto al 1 settembre

Trentola Ducenta – “Ci aiuti San Giorgio a riscoprire il vero senso della vita, il vero valore delle cose, il vero volto dei fratelli. Ci aiuti a crescere nella fede e nella santità. Ringrazio tutti i componenti del comitato per il loro impegno e dedizione. Auguro a tutti voi di vero cuore una Santa Festa”. E’ con queste parole che l’amministratore parrocchiale della chiesa di San Giorgio Martire a Trentola Ducenta, Don Vincenzo Marino, auspica felici festeggiamenti in onore del santo Patrono simbolo del trionfo del cristianesimo sulla violenza disumana del male.

Dal 18 agosto al 1 settembre, infatti, si terrà l’evento per il quale si è impegnato in prima linea il “Comitato Festeggiamenti San giorgio Martire 2019”, facente capo al presidente Enrico Russo, e composto dal segretario Federico De Mattia, dal tesoriere Nazario Tomeo, dal porta bandiera Alfonso De Cristofaro e da Giuseppe Cannavacciuolo, Nicola Russo, Raffaele Petrillo, Antonio Barbato, Nazzaro Cassandra, Domenico Buonincontri, Francesco Fabozzi Luciano D’Alessandro.  

“Anche quest’anno la festa di San Giorgio costituisce uno degli appuntamenti più attesi dalla comunità ducentese, che si stringe attorno al proprio patrono per invocare la sua intercessione, ma soprattutto per rinsaldare la propria identità cristiana alla sequela di Cristo – afferma la guida spirituale -. E’ quanto ha fatto il santo della Cappadocia che non ha anteposto nulla a Cristo, arrivando a dare la sua stessa vita pur di non tradire il messaggio evangelico. La fortezza di San Giorgio nell’affrontare le sue sue battaglie personali e contro il potere costituito di allora, non è solo una qualità della sua personalità umana, ma dono di Dio e del suo Santo Spirito. Egli ha sperimentato come la preghiera e l’ascolto della volontà di Dio rendono forti e permettono di affrontare le difficoltà della vita con fede e speranza, con quella certezza che se Dio è con noi, nessuno sarà contro di noi. Questo è indubbiamente uno dei più grandi insegnamenti di San Giorgio per i suoi devoti. – sottolinea – Pertanto, ancora oggi, il suo esempio può aiutarci a rivedere il nostro cammino di fede, perché liberato da compromessi e da falsi devozionalismi, e possa ritrovare quella freschezza evangelica che spesso perdiamo. D’altra parte, l’annuale appuntamento della festa patronale ci spinge a guardare verso l’Alto, a rinnovare la nostra devozione, ad elevare la nostra preghiera, a dare nuovo impulso e nuovo slancio alla nostra fede, per ricordare qual è il traguardo del nostro pellegrinaggio terreno, ovvero la santità. A questo il Signore ci chiama e questo è quello che San Giorgio ci aiuta a ricordare sempre (Siate santi, perchè io, il Signore vostro Dio, sono santo. Lev 11,45). Per crescere nella santità e nel bene, sono indispensabili persone che con il loro esempio siano punti di riferimento, in particolare per i più giovani. E oggi c’è un bisogno grandissimo di persone del genere, che attraggono non per quello che hanno, ma per quello che sono, che siano modelli non per ciò che fanno di straordinario, ma per come vivono la vita di ogni giorno; uomini e donne costruttori di pace e di perdono, non seminatori di odio, di violenza e di invidia. Ma oggi, più che mai, c’è soprattutto bisogno di persone di fede: quella fede autentica e genuina che ci è stata tramandata, quella fede che è sempre stata alla base della festa popolare di San Giorgio considerato prima di tutto ‘uno di famiglia’. Quella fede nel Signore – conclude -, per la quale proprio il nostro Protettore e i Santi non hanno esitato un solo istante a donare la propria vita”.  

PROGRAMMA RELIGIOSO – Domenica 18 agosto è il giorno della grande apertura con la benedizione della cappella restaurata e l’intronizzazione del simulacro di San Giorgio Martire. Alle messe mattutine, seguirà, alle 17:00, l’arrivo della gran concerto bandistico “Città di Casaluce” in giro per le strade cittadine. Alle ore 18:00 sarà recitato il Santo Rosario, mentre alle 18:00 è prevista la Solenne Celebrazione Eucaristica e “Benedizione della cappella” di San Giorgio Martire da parte di Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Angelo Spinillo. I canti saranno animati dal-la schola cantorum polifonica “Jubilate Deo”. Al termine, discesa della statua del santo Patrono dalla cappella e vestizione dei paramenti. Alle ore 19:00, breve processione con il simulacro di San Giorgio Martire. In piazza Padre Paolo Manna, il Commissario Prefettizio donerà le chiavi della città al santo patrono, reciterà la preghiera di affidamento e porgerà l’omaggio floreale al Santo Patrono. Subito dopo, alzata del pannetto, per annunciare l’inizio della festa, accompagnato dallo sparo dei fuochi. Al rientro solenne intronizzazione della statua per la venerazione dei fedeli.

Martedì 20 Agosto ricade il secondo anniversario dell’arrivo a Ducenta del Braccio reliquiario di San Giorgio Martire. Nell’ambito della festa patronale, ci sarà una giornata dedicata al momento storico vissuto dai ducentesi il 20 Agosto 2017. In quell’occasione, infatti, dopo mesi di minuzioso restauro artistico della statua di S. Giorgio ritornata all’antico splendore, quest’ultima è tornata tra la sua gente. Con la statua sono ritornate anche le reliquie di San Giorgio Martire, trafugate all’inizio degli anni 80. Alle ore 18:30 è previsto il Santo Rosario, mentre alle ore 19:00 la S. Messa Solenne al cui termine avrà luogo la venerazione, coroncina e bacio della Reliquia. Alle ore 20:00, nel salone parrocchiale, video proiezione dell’arrivo della reliquia e del restauro del Simulacro avvenuto nel 2017.

Il triduo è previsto per i giorni 21, 22 e 23 agosto. In ognuno dei tre giorni si terrà alle ore 19:00, dopo il S. Rosario Meditato, la Santa Messa presieduta da un parroco. Il primo giorno presiederà Don Roberto CaterinoVicario Foraneo; il secondo Don Davide Sglavo; il terzo Don Luciano Di Caprio, parroco emerito. In ognuno dei casi, al termine recita della coroncina al santo Patrono. Sabato 24 Agosto, alle ore 17:00, Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da don Vincenzo Marino. Alle ore 17:30, invece, inizierà la prima parte della processione (lato Aversa) accompagnato dal gran concerto bandistico “Città di Casaluce”.  

Il giorno principale dei festeggiamenti è il 25 agosto. Alle ore 08:00 sono in programma la Diana mattutina della Ditta “Pirotecnica Russo & Albano da Melito (Napoli)” e il suono festoso dei sacri bronzi annunceranno il giorno della festa. Alle ore 09:00, Santa Messa. Ore 10:00: In P.zza Padre Paolo Manna, la partenza del corteo con arrivo in Piazza Marconi per la deposizione della corona d’alloro al Monumento dei Caduti nei conflitti 1915-18 e 1940-45, con la partecipazione de Clero, delle Autorità Civili e Militari e di ogni membro della Società Civile. Saluto del Commissario Prefettizio. Il corteo sarà accompagnato dal Complesso Bandistico “Città di Casaluce”. Alle ore 11:00, Solenne Celebrazione Eucaristica. Ore 17:00: Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da don Vincenzo Micillo. Alle ore 17:30 comincerà la seconda parte della processione (lato Trentola) accompagnata dal Gran Concerto Bandistico “Città di Casaluce”. Ore 20:00: Accensione delle luminarie artistiche a cura della ditta “Arte Lux ” Piazza Padre Paolo Manna —Asta degli oggetti raccolti. Ore 22:00: Grande spettacolo pirotecnico in piazza Padre Paolo Manna, organizzato dalla Ditta “Pirotecnica Russo & Albano” da Melito. Ore 22.30: grande spettacolo pirotecnico in piazzetta E. De Filippo. A conclusione, rientro del Santo patrono in chiesa.

Da Lunedì 26 a Sabato 31 Agosto si terranno, alle ore 18:30, recitazione del Santo Rosario e, alle ore 19:00, la Santa Messa. Domenica 1° settembre, in octava, alle ore 09:00 e 11:00, Santa Messa. Ore 17:00: Ritrovo in Parrocchia. Ore 17:30: Inizio della processione con il Santo Patrono, alla presenza dei gruppi parrocchiali fino al cimitero di Ducenta dove sarà celebrata la Santa Messa in suffragio di tutti i defunti della comunità. Itinerario: Chiesa, Vie: Roma, PI.M.E, Perdio, Nunziale S Antonio, Spierto, Cimitero. Al termine della santa messa, il simulacro di S.Giorgio, percorrerà le vie: Spierto, Gorgia, Ronza,P Volpe, Dumas, II° Volpe, Roma, Perdi°, Nunziale S. Antonio, Unità D’Italia, San Giorgio Martire, Chiesa. Ore 20:00: accensione delle luminarie artistiche a cura della ditta “Arte Lux” mentre in Via Spierto è prevista la “Batteria napoletana” della Pirotecnica Russo & Albano da Melito. Alle ore 20:30, in Via Dumas (piazzetta) “Spettacolo pirotecnico” della Pirotecnica Russo & Albano da Melito. Alle 21:00, in Via Nunziale S. Antonio, presso la scuola elementare, spettacolo pirotecnico Pirotecnica Luigi Di Matteo da Sant’Antimo. Ore 21.30: Grande spettacolo piro-musicale eseguito dalla Pirotecnica Luigi Di Matteo da Sant’Antimo, nei pressi del distributore “Fabozzi”, organizzato dai signori Pasquale Castiello, Nicola Mangiarosa Luciano Fabozzi. Al termine rientro in chiesa, bacio della reliquia e canto del Te Deum. 

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Stacca drenaggi alla moglie malata di tumore: arrestato marito "orco" nel Casertano - https://t.co/F61GCweJfK

Caserta, tentano furto in casa: arrestato a Marcianise il "palo" della banda - https://t.co/2KP1rXAvO7

Alto Casertano, precipita in un burrone col parapendio: salvato da Aeronautica Militare - https://t.co/drYM8Agr2J

Napoli, il ministro Locatelli visita il SerD di Scampia e commenta la crisi di governo - https://t.co/HuisdzkQHr

Condividi con un amico