Aversa

Aversa, nomina Giunta slitta al weekend. Golia: “Nessun problema di sorta”

«Sto ultimando i diversi passaggi necessari e credo, entro la fine di questa settimana, di poter rendere nota la composizione del nuovo esecutivo». Fa slittare di un paio di giorni il termine che lui stesso si era dato il primo cittadino normanno Alfonso Golia per rendere nota la nuova giunta e, quando gli si chiedono anticipazioni relativamente ai nomi, risponde: «Per rispetto delle forze politiche di maggioranza devo fare prima i dovuti passaggi istituzionali, ma un attimo dopo averla comunicato loro, la comunicherò alla stampa».

«Non vi sono – ha continuato Golia – problemi di sorta. Si tratta solo dei normali tempi necessari per incontrare chi dovrà fare parte di questa squadra. Non avendo alcuna limitazione di sorta dalle tre liste di maggioranza non ho problemi, ma, comunque, ci sono tempi necessari». L’unica cosa certa, al momento, sembra essere quanto già dichiarato qualche giorno fa dall’esponente Dem: «Nessun consigliere comunale e nessun candidato non eletto nel civico consesso farà parte dell’esecutivo che si andrà a nominare».

Passi avanti anche per quanto riguarda l’elezione del presidente del consiglio comunale prevista in occasione della prima seduta del nuovo civico consesso così come uscito dalle urne del doppio appuntamento del 26 maggio e 9 giugno scorso. È, infatti, lo stesso primo cittadino aversano ad evidenziare che «ho incontrato i gruppi consiliari delle tre liste di maggioranza per discutere del tema. Ora è in atto un confronto tra loro per giungere ad una designazione unitaria».

I nomi in ballo per la poltrona più alta del parlamentino cittadino sono sempre gli stessi: Carmine Palmiero, il consigliere comunale di maggioranza che ha ricevuto più voti, e Paolo Santulli, secondo per preferenze, ma con maggiore esperienza politica, essendo stato parlamentare in quota Forza Italia e alla sua sesta esperienza in consiglio comunale. Non è detto che tra i due litiganti possa venire fuori il nome di una donna. In questo senso, la consigliera comunale di maggioranza che ha ricevuto il maggior numero di preferenze è la dirigente scolastica Luisa Diana Motti, rappresentante di Comunità Solidale.

Il termine ultimo per la tenuta della prima seduta di consiglio comunale è quello del 17 luglio, ma, a quanto pare, il nuovo primo cittadino vorrebbe accelerare i tempi «perché bisogna porre fine alla fase emergenziale che si sta vivendo in tutti i settori della vita cittadina». Sulla sponda opposta, il competitor del sindaco,

l’altro Golia, Gianluca, afferma: «Sicuramente non è una situazione facile. Nella compagine di maggioranza si stanno registrando episodi ostativi che, comunque, vanno considerati fisiologici. Credo che criticare oggi sia inutile, stiamo zitti perché ci rendiamo conto che siamo ancora nei tempi accettabili. Ovviamente, mi auguro che a stretto giro Alfonso risolva il problema di giunta e presidenza perché bisogna iniziare ad amministrare.

Disponibilità piena da parte mia a collaborare quando si agirà per il bene della città. In questo senso, voglio precisare che quando chiesi la presidenza del consiglio per la minoranza non ero a me che pensavo, perché non rivendico poltrone, ma mi sembrava anche l’opportunità di dare un segnale di cambiamento reale, oltre che a togliere il sindaco dall’imbarazzo di scegliere».

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Condividi con un amico