Home

Scontro Usa-Cina, Google revoca la licenza per Android a Huawei

Washington – Google ha interrotto gli accordi con Huawei, revocando alla società cinese la licenza per l’uso di Android sui suoi smartphone. Nella giornata di oggi si è scritto un nuovo capitolo della guerra sui dazi tra Usa e Cina. La holding del motore di ricerca Google, Alphabet, che fa capo a Larry Page e Sergej Brin ha deciso di interrompere la collaborazione con la società cinese, sposando la causa protezionistica invocata e messa  in atto dal presidente Donald Trump nei confronti della Repubblica Popolare Cinese e delle sue società.

La notizia è stata diffusa dall’agenzia di stampa Reuters che in un articolo ha reso noto, da informazioni riservate, che Huawei perderà immediatamente l’accesso agli aggiornamenti del sistema Android e che i prossimi modelli di smartphone cinesi che saranno presentati il prossimo autunno, non avranno la possibilità di poter installare la futura versione di Android e che in questi ultimi non saranno presenti le applicazioni e servizi Google come Google Play, il più grande negozio di app per smartphone, Gmail, Google Pay e Drive.

La notizia ha suscitato reazioni indignate da parte di numerosi utenti che hanno criticato la decisione presa dai vertici Google. Gli effetti di questa presa di posizione, secondo molti, metteranno molto in difficoltà il colosso tecnologico cinese che in Europa si assesta su una fetta di mercato che tocca quasi il 30% degli utenti, ma in molti prospettano anche un piano B da parte della società. E’ noto da tempo, infatti, che Huawei stia sviluppando da se un proprio sistema operativo da immettere sui nuovi cellulari di ultima generazione, così come fa Apple con il suo sistema operativo IOS montato su Iphone e Ipad.

In giornata sono poi giunte note da parte sia di Huawei che Google: la società cinese ha assicurato che non vi saranno problemi per installazioni e aggiornamenti sugli ultimi modelli dei suoi telefoni, Google ha invece rassicurato e confermato agli utenti Huawei che usufruiscono dei suoi servizi che saranno garantiti sicurezza e Google Play agli utenti dei telefoni già venduti e anche a quelli futuri che acquisteranno i modelli Huawei già usciti ma ancora in stock.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, un altro furto nel cimitero: portati via cavi elettrici e portafiori - https://t.co/QJBuw3fhgq

Gemellaggio tra Cesa e il comune americano di Netcong in onore di San Cesario - https://t.co/ZEGdRNYZQI

Degrado e sversamenti abusivi nell'area demaniale tra Carinaro e Aversa: a chi tocca bonificare? - https://t.co/HIJShRS1Xd

Condividi con un amico