Home

‘Ndrangheta in appalti pubblici tra Reggio Calabria e provincia: arresti e sequestri

 I carabinieri di Reggio Calabria hanno arrestato, per associazione mafiosa, Tommaso De Angelis, 59 anni, presunto esponente della cosca di ‘ndrangheta “Alvaro-Pajechi”. Eseguito anche un provvedimento di sequestro di beni per un valore di 16 milioni e mezzo di euro. I beni sequestrati consistono in sette società, due delle quali con sede a Latina.

L’arresto di De Angelis ed il sequestro di beni sono stati eseguiti nell’ambito delle indagini denominate “Camaleonte” e “A ruota libera” svolte, rispettivamente, dai carabinieri della compagnia e del Nucleo investigativo di Reggio Calabria. La prima riguarda i lavori per la realizzazione della fermata di Pentimele di Reggio Calabria della metropolitana di superficie, per un importo di 2,1 milioni di euro, appaltati da Rete ferroviaria italiana ad un’associazione temporanea di imprese, e la costruzione per 860 mila euro di un sovrappasso. La seconda indagine riguarda due lavori banditi nel giugno 2013 dal Comune di Reggio Calabria.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Casaluce, Pagano: “Città cantierizzata: al via i lavori per cinque progetti” https://t.co/lmPXax72sm

Elezioni Aversa, MCA fuori dalla competizione: “Nessun progetto ci affascina” https://t.co/c0YkZ5ZDDv

Gricignano, uniti contro l'amianto: gli "alunni rapper" della scuola 'Santagata' vincono concorso nazionale - https://t.co/Al0670N9NA

San Tammaro, sequestrato sito di trattamento rottami metallici - https://t.co/jvfAwMJIzm

Condividi con un amico