Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, scontro in Consiglio sull’approvazione del bilancio

Consiglio comunale al vetriolo, stamani, a Casapesenna, con continui scontri tra Carmine Piccolo dell’opposizione ed il sindaco Marcello De Rosa e la sua amministrazione. L’ordine del giorno prevedeva l’approvazione del bilancio di previsione con tutti i punti allegati del bilancio 2019. “Ormai è prassi dell’amministrazione De Rosa – commenta Piccolo – approvare ogni anno sempre lo stesso Dup, documento di programmazione, aggiornando solo il frontespizio; per non parlare di alcuni verbali dell’organo di revisore fatti tutti nello stesso giorno che non riportano l’identità del revisore stesso che sono differentemente trascritti o su carta libera o su carta intestata del comune senza nessuna regola. A mio avviso i verbali senza le generalità di chi li produce non sono validi e per tale motivo ho preferito votare contro la delibera”.

L’assessore Ardente ha precisato che è tutto regolare. Polemica anche sulla votazione delle tasse locali in modo particolare sulla Tari e Irpef: “Avevo proposto di esentare dall’addizionale i redditi fino a 10mila euro per la prima fascia di aliquota Irpef in modo da aiutare chi ha di meno e soprattutto i pensionati – dice Piccolo – ma la maggioranza non ha accolto la mia proposta”. Inoltre, il consigliere di minoranza ha dichiarato che la Tari “continua ad essere alta soprattutto per le inefficienze dell’amministrazione che, con il contenzioso continuo contro i gestori della Leucopetra spa prima e Cite poi, non fa diminuire il costo della raccolta, senza dimenticare le difficoltà che ciò comporta per la raccolta differenziata che quest’anno è di circa il 20% rispetto al 60% ed oltre dei tempi passati”. “Noi abbiamo trovato una situazione non efficiente e noi l’abbiamo migliorata”, ha risposto la maggioranza.

All’ultimo punto dell’ordine del giorno l’approvazione del bilancio di previsione 2019. Su questo argomento, Piccolo ha chiesto il rinvio del Consiglio in quanto al bilancio mancava un allegato fondamentale, quello degli Piano degli indicatori dei risultati attesi. A dimostrazione della sua tesi, il consigliere di opposizione ha consegnato alla segretaria comunale la recente sentenza del Tar della Campania che annullava una delibera ed il Consiglio di un comune che aveva proceduto in maniera simile ossia senza l’allegato sopracitato. Ma la maggioranza ha proseguito senza indugio, mentre Piccolo ha lasciato l’Assise in polemica con il presidente del Consiglio e segreteria comunale. A margine della seduta, Piccolo ha fatto sapere di aver “chiesto al Rup dell’ufficio tecnico comunale ed al direttore dei lavori, ingegner Salvatore Di Sarno, di seguire e verificare con costanza il regolare svolgimento dei lavori per la costruzione ed ampliamento delle rete fognaria, essendo essa un’opera di vitale importanza per la comunità”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Casaluce, Pagano: “Città cantierizzata: al via i lavori per cinque progetti” https://t.co/lmPXax72sm

Elezioni Aversa, MCA fuori dalla competizione: “Nessun progetto ci affascina” https://t.co/c0YkZ5ZDDv

Gricignano, uniti contro l'amianto: gli "alunni rapper" della scuola 'Santagata' vincono concorso nazionale - https://t.co/Al0670N9NA

San Tammaro, sequestrato sito di trattamento rottami metallici - https://t.co/jvfAwMJIzm

Condividi con un amico