Gricignano

Elezioni Gricignano, Vittorio Lettieri candidato sindaco: “Onorato della fiducia”

Gricignano – Arriva l’ufficialità sulla candidatura a sindaco di Vittorio Lettieri per la lista civica frutto dell’intesa tra “Gricignano Attiva” e il gruppo “Uniti Si Può Fare”. L’accordo è stato siglato il 23 gennaio, in occasione di una riunione tra le parti. Cedendo la leadership a Lettieri, e quindi ad un rappresentante di “Attiva”, “Uniti”, secondo quanto stabilito nel corso di diversi incontri tenutisi di recente, avrà in cambio maggiore visibilità nella futura Giunta comunale in caso di vittoria alle amministrative della prossima primavera.

Sfida Lettieri-Santagata – Lettieri, ex vicesindaco, figlio del due volte sindaco negli anni 2000 ed ex assessore provinciale Andrea Lettieri, si contenderà la carica di primo cittadino con l’uscente Vincenzo Santagata, ricandidato a capo di un’altra lista civica, che potrebbe avere un nome diverso dal precedente “CambiAmo Gricignano”. Una sfida tra i maggiori rappresentanti dell’ex amministrazione insediatasi dopo le elezioni dello scorso giugno e decaduta il successivo ottobre dopo le dimissioni in massa rassegnate proprio dai consiglieri di maggioranza di “Attiva” e di quelli di opposizione del gruppo “Uniti”.

Lettieri: “Onorerò la fiducia conferitami” – “Sono onorato ed entusiasta di aver ricevuto questa fiducia dai due gruppi”, commenta Lettieri, che sottolinea: “La mia candidatura è stata una scelta condivisa dai due gruppi, arrivata dopo un lungo confronto politico, e non un’imposizione. Questa fiducia, ovviamente, mi carica di responsabilità, per questo lavorerò sin d’ora per non deludere tutti coloro che me l’hanno conferita”.

“Uniti”: “Privilegiata la strada dell’intesa elettorale” – Da parte sua, il gruppo “Uniti” ha precisato le motivazioni per cui si è giunti, nei giorni scorsi, alla conclusione di cedere la guida della coalizione ad “Attiva”, ovvero, come si legge in una nota, “a fronte di una visibilità determinante in giunta, vicesindaco compreso, al fine di porre in essere, tramutare in una forte azione di governo cittadino la realizzazione dei punti programmatici sui quali si basa l’accordo elettorale”. Pur ribadendo di avere “un progetto politico-amministrativo”, nonché “varie figure all’interno del gruppo all’altezza di poter ricoprire il ruolo di candidato sindaco”, “Uniti” fa sapere di aver “preferito perseguire la strada di un’intesa elettorale. Indirizzo, questo, condiviso ad unanimità dall’intero gruppo sin dai primi incontri fatti successivi alla caduta dell’amministrazione Santagata nel corso dei quali si giunse alla conclusione di intraprendere un ragionamento politico con il circolo ‘Gricignano Attiva’. Soprattutto in considerazione del fatto che con lo stesso furono condivise e sottoscritte le osservazioni al nuovo piano di riassetto urbanistico del consorzio Asi riguardante l’area industriale Aversa Nord, all’interno della quale ricade il territorio di Gricignano”.

“Aperti al dialogo” – Nel corso dell’incontro, inoltre, si è deciso di fondere i due gruppi politici e, quindi, di costituire un gruppo unico. “Ovviamente la costituzione di un unico gruppo, rappresenta un punto di partenza e non certamente di arrivo”, chiarisce la nota congiunta, in cui viene annunciato: “Il gruppo è aperto al dialogo con chiunque voglia partecipare alla costituzione di un progetto politico-amministrativo condiviso che metta al centro della sua azione, i reali interessi della collettività”.

I punti programmatici – L’intesa elettorale è basata essenzialmente sulla condivisione di una decina di punti programmatici posti in essere da un gruppo di lavoro congiunto costituito nelle scorse settimane dai due gruppi politici. I punti alla base dell’accordo sono: “Indire, entro sei mesi, una gara biennale per la manutenzione ordinaria delle strade, della rete idrica e degli immobili di proprietà dell’ente sulla base del principio di economicità e trasparenza; Risoluzione della gestione zona Asi per avere una maggiore autonomia e controllo dell’area industriale; Blocco degli insediamenti ad alto impatto ambientale e quelli dediti al trattamento dei rifiuti speciali e pericolosi; Riqualificazione in tempi brevi del complesso sportivo di via Falciano e della villa comunale Parco Mazzoni; Potenziamento della raccolta differenziata mediante l’adesione a progetti innovativi utili per aumentare la percentuale e la qualità della raccolta differenziata sul territorio comunale (es. vuoto a rendere-plastic-free)”.

Ancora: “Regolamentazione dei referendum comunali propositivi e abrogativi; Potenziamento delle politiche sociali con incremento delle somme a disposizione in bilancio; Attuazione di una politica di sviluppo occupazionale per il territorio comunale, a vantaggio dei giovani e delle fasce deboli; Completamento della procedura di approvazione del Puc in continuità con il lavoro già svolto e del preliminare precedentemente approvato; Rilancio dell’Area Vasta dei Comuni del Sistema Aversano e del Sistema Urbano di Caserta con l’elaborazione di un Programma di Sviluppo Territoriale del Comprensorio. L’obiettivo è quello di attingere dalle risorse nazionali e regionali della nuova programmazione 2014-2020 per rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione, promuovendo la competitività del settore agricolo ed incentivando la produzione di energia ecosostenibile”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, raccolta rifiuti. De Angelis: “Golia cosa fa oltre a meravigliarsi?” https://t.co/s1peakPc1d

Aversa, raccolta rifiuti. De Angelis: "Golia cosa fa oltre a meravigliarsi?" - https://t.co/h4zK9SvXfa

Condividi con un amico