Malasanità, “Le Iene” tornano ad Aversa e intervistano il governatore De Luca

Aversa – A volte ritornano. E’ questo il caso della trasmissione televisiva “Le Iene”, in onda su Italia1, che dopo aver riportato alla ribalta nazionale l’episodio del comportamento mobbizzante di cui è stato vittima il chirurgo ortopedico Nazario Di Cicco (guarda il video), specialista in servizio all’ospedale Moscati di Aversa fino ai primi anni del 2000 (che dopo una lotta legale durata circa 20 anni ha dimostrato di essere dalla parte della ragione quando parlava pubblicamente  di morti evitabili tant’è che la magistratura ne ha cancellato un ingiustificato licenziamento permettendogli di  tornare a lavorare nella Asl Caserta) le Iene tornano a puntare i riflettori sulle inefficienze e le carenze rilevate nel corso della loro inchiesta.

Lo fanno riportando in video una parte di quanto scoperto nel giro degli ospedali dell’Asl Caserta dove avrebbero rilevato carenze di personale, di attrezzature e di igiene che hanno segnalato direttamente al presidente della Regione Campania ed attuale commissario straordinario per la Sanità, Vincenzo De Luca. Un’intervista nel corso della quale, a quanto è dato sapere, De Luca avrebbe dato alcune risposte positive, come quella di aver avviato il meccanismo per l’assunzione di 54 primari mancati negli ospedali dell’azienda.

Un dato che, probabilmente, non ha soddisfatto le attese delle Iene, il cui obiettivo era e resta quello di sollecitare una rapida soluzione di problemi che possono causare malasanità. Salvo sorprese dell’ultima ora, il servizio andrà in onda domenica 4 novembre, alle ore 21.10, su Italia1. 

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Pescara, baby gang aggredisce coppia di fidanzatini: 3 arresti - https://t.co/OgZppKCJCM

Napoli, armi e droga ai Quartieri Spagnoli: arrestato 29enne - https://t.co/732ghjrU8o

Napoli, bomboniere e confetti a forma di pistola - https://t.co/wDe7CKrPrv

Reggio Calabria, traffico di rifiuti speciali: sequestrate 2 aziende, 36 denunce - https://t.co/igVa9rXQdT

Condividi con un amico