Gricignano

Gricignano, Aquilante: “Su impianti rifiuti due pesi e due misure, i cittadini vogliono sapere”

Gricignano – “Nel giro di pochi giorni il Comune, in due diverse conferenze di servizi riguardanti altrettanti impianti di trattamento rifiuti, esprime parere non favorevole per uno, non specificandone i motivi, e parere favorevole per un altro pur in mancanza di documentazioni e certificazioni richieste dall’Arpac”. E’ la riflessione di Andrea Aquilante, consigliere comunale di opposizione del gruppo “Uniti Si Può Fare”, all’indomani della conferenza di servizi, tenutasi a Caserta il 24 ottobre, al Dipartimento Ambiente della Regione Campania, per esaminare la richiesta di modifica non sostanziale dell’Aia (Autorizzazione integrata ambientale) presentata dalla Progest Spa, azienda situata nella zona industriale di Gricignano che opera nel ramo del trattamento rifiuti.

Alla conferenza, in rappresentanza del Comune, era presente il responsabile dell’area tecnica che, per quanto di competenza, ha espresso parere favorevole. Nel corso della seduta, però, i tecnici dell’Arpac hanno rilevato che la modifica proposta dalla Progest, pur essendo di natura “non sostanziale”, comporta l’aggiornamento dell’autorizzazione poiché, allo stato, l’agenzia regionale ritiene che non vi siano sufficienti informazioni per consentire una valutazione complessiva del progetto. In particolare, scrive l’Arpac nel suo parere tecnico, “il Comune deve fornire il certificato di destinazione urbanistica” che riporti, tra l’altro, informazioni su: “assenza e/o presenza di vincoli ambientali, aree tutelate da vincoli paesaggistici, rischio frana, idrogeologico, archeologico, strade, ferrovie e altre infrastrutture”.

Anche la Progest, si legge nel parere tecnico dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale campana, deve fornire documentazioni che descrivano dettagliatamente il ciclo produttivo, “con particolare riferimento alle nuove linee di lavorazione, con indicazione degli specifici rifiuti trattati, delle reazioni che avvengono nei processi, degli specifici reagenti e additivi, prodotti chimici utilizzati per recuperare o eliminare i rifiuti”. “Non sono riportati i criteri con cui sarà stabilita la tipologia di rifiuti da inviare al processo di inertizzazione”, continua l’Arpac, sottolineando che il gestore “dichiara unicamente che saranno riportati quelli nelle tabelle B14 e B15” quando in quest’ultima tabella “rientrano rifiuti speciali pericolosi che contengono composti e solventi organici”, oltre a “rifiuti con elevato tenore di materia organica che non si prestano a tale tipo di trattamento per la possibilità di successive reazioni che comprometterebbero la stabilità del rifiuto”. Altra richiesta dell’Arpac è quella di “una relazione tecnica dettagliata sulle emissioni in atmosfera e sui sistemi di abbattimento”. Alla fine, sono stati concessi all’azienda novanta giorni di tempo per presentare le documentazioni richieste.

Solo pochi giorni prima, sempre a Caserta, il Comune, in quell’occasione rappresentato dall’assessore all’Ambiente, Anna Michelina Caiazzo, in assenza del dirigente dell’area tecnica, esprimeva parere contrario alla richiesta di modifica sostanziale dell’Aia presentata dalla Gav, altra azienda della zona industriale gricignanese attiva nel ramo rifiuti. A tal proposito, Aquilante si chiede: “Perché per la conferenza Gav era presente la parte politica e non quella tecnica del Comune, mentre è avvenuto l’esatto contrario per la conferenza Progest? E soprattutto: perché sono stati attuati due pesi e due misure, esprimendo parere contrario per la Gav e positivo per la Progest? E perché l’amministrazione non spiega alla cittadinanza quali sono le motivazioni che hanno portato a tali decisioni?”. “A fronte di tutti questi dubbi, – conclude il consigliere – sorti anche in diverse discussioni sui social, quindi già all’attenzione dell’opinione pubblica, l’amministrazione Santagata resta in silenzio”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Napoli, "Andro Day": confronto sulla salute maschile con De Laurentiis - https://t.co/OI8usT5MP7

Mafie e scommesse on line: scattano altri arresti in Sicilia: svelato il "sistema Salvo" - https://t.co/JxtTqmaFRE

Merano - Mattarella ai 130 anni dalla fondazione della società Athesia (19.11.18): https://t.co/CnF8wwIwEr tramite @YouTube

Mondragone, ucciso durante lite a Pescopagano: è caccia al killer - https://t.co/iJpuiE2BBR

Condividi con un amico