Home

Di Maio cancella confronto tv con Renzi: “Non è più un leader”

“Avevo chiesto il confronto con Renzi qualche giorno fa, quando lui era il candidato premier di quella parte politica. Il terremoto del voto in Sicilia ha completamente cambiato questa prospettiva. Mi confronterò con la persona che sarà indicata come candidato premier da quel partito o quella coalizione”. Lo scrive Luigi Di Maio in un post su Facebook. “Il Pd è politicamente defunto. Il nostro competitor non è più Renzi o il Pd”, aggiunge.

“Siamo la prima forza politica del Paese e abbiamo tenuto testa alla grande all’accozzaglia del centrodestra e superato ampiamente quella che sarebbe formata da centro sinistra e sinistra che secondo le proiezioni attuali, insieme, sarebbero attorno al 25%. Noi da soli siamo ben oltre il 30%. A neutralizzare il Rosatellum – scrive poi sul blog di Grillo – sarà il voto dei cittadini e in Sicilia l’abbiamo già fatto. Possono andare contro la Costituzione, ma non possono andare contro il voto dei cittadini. Siamo l’unica vera grande forza politica del Paese”. Lo scrive sul blog di Beppe Grillo Luigi Di Maio, candidato premier M5s e vicepresidente della Camera.

“A quello che leggo sui giornali in interviste di esponenti Pd, non sappiamo neanche se Renzi sarà il candidato premier del centro sinistra. Anzi, secondo le ultime indiscrezioni riportate dai media, a breve ci sara’ una direzione del Pd dove il suo ruolo sarà messo in discussione”.

“Da domani – conclude Di Maio – sono al lavoro per portare il MoVimento 5 Stelle tra quattro mesi davanti al Presidente della Repubblica per ricevere l’incarico di governo. Questo fine settimana vado a Washington per incontri al Congresso e al Dipartimento di Stato. Siamo il primo Movimento d’Europa e se alle regionali e alle comunali abbiamo oltre il 30% possiamo arrivare ben oltre alle politiche”.

“E’ talmente ridicolo che ogni commento rovinerebbe questa commedia”. Così Matteo Richetti, portavoce del Pd, commenta la scelta di Di Maio. “Spero che Floris mantenga il confronto. Al limite con una sedia vuota. Tanto non si noterà granché la differenza”, scrive su Twitter il presidente del Pd Matteo Orfini.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico