Aversa

Aversa, “daspo urbano” per i parcheggiatori abusivi: l’idea del comandante Guarino

Aversa – Un daspo per i parcheggiatori abusivi che quotidianamente affollano le strade aversane, soprattutto quelle a ridosso del tribunale di Napoli Nord, tanto da essersi trasformati in un fenomeno di portata nazionale con trasmissioni come il telegiornale satirico di Canale 5 “Striscia la notizia” o il programma di approfondimento della Rai “Mi Manda Rai Tre che se ne sono interessati a più riprese.

L’amministrazione comunale presieduta dal sindaco Enrico De Cristofaro, oltre a dare vita a continui controlli grazie all’impiego massiccio degli agenti di polizia municipale, ha deciso di utilizzare i daspo cosiddetti “civili”, ossia quelli previsti dal decreto Minniti per una maggiore sicurezza delle città infliggendo ai parcheggiatori abusivi questa misura di sicurezza.

Ad ipotizzarlo il comandante dei caschi bianchi aversani, Stefano Guarino, che, dopo aver studiato la nuova normativa (il dirigente è stato il primo ad emettere un daspo la scorsa settimana nei confronti di un ubriaco molesto sorpreso ad urinare in strada – leggi qui) ritiene che questo provvedimento possa essere applicato anche ai parcheggiatori abusivi. Secondo il responsabile dei vigili urbani, infatti, grazie a questa misura, potrà essere intimato a quanti sorpresi nell’attività di non frequentare per un tot periodo di tempo le strade e le piazze interessate dal fenomeno. Fenomeno che ad Aversa è tanto più grave ed esteso se si tiene conto del fatto che, nella pratica, la sosta regolamentata entro le strisce blu non esiste se non sulla carta. Da qui una vera e propria invasione da parte dei parcheggiatori abusivi.

In questo senso, c’è da segnalare che, proprio nella giornata di ieri, dopo una prima gara andata deserta, presso la stazione unica appaltante di Caserta ci sarebbe stata la presentazione di un’offerta di partecipazione alla gara per l’assegnazione del servizio di sosta regolamentata, ovvero le strisce blu. Se e quando si avrà un nuovo ed efficiente servizio, di conseguenza, non potranno non ridursi le presenze di parcheggiatori abusivi.

Sempre in tema di parcheggi al servizio del Tribunale di Napoli Nord, ospitato nel castello aragonese, c’è da segnalare la notizia di un passo avanti per quanto riguarda la trasformazione della confinante piazzetta della Pace in zona di sosta regolamentata. A darne notizia Nico Nobis, capogruppo consiliare di “Noi Aversani”, il movimento politico che si era opposto alla trasformazione in parcheggio dell’isola ecologica di viale Europa, indicando quale alternativa piazza della Pace. Proprio ieri vi è stato un incontro, sia pure informale, con un geologo che sembrerebbe aver escluso il pericolo paventato da diverse parti di non idoneità del suolo in questione.

Secondo l’esponente del movimento civico aversano, al momento, potrebbero essere realizzati, in tempi brevi, cinquanta, o poco più, posti auto. Sempre secondo l’avvocato aversano, l’auspicio sarebbe dare vita ad un ‘project financing’ con il quale poter realizzare anche almeno due piani sotterranei di parcheggio, dando, così facendo, un concreto apporto alla definitiva soluzione del problema parcheggio a servizio della cittadella giudiziaria (a pochi metri c’è anche l’ufficio circondariale del giudice di pace di Napoli Nord). Si tratterebbe, in pratica, di trovare un imprenditore privato disposto ad investire per poi recuperare attraverso la gestione di questa struttura. In ogni caso, i tempi per decidere e per realizzarla non saranno certamente brevi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico