Home

“Eroi social” bloccano ambulanza contromano con paziente grave, poi esultano su Facebook

Un’ambulanza che trasportava un paziente con un’emorragia interna è stata bloccata da due cittadini troppo zelanti perché viaggiava contromano. L’episodio, risalente allo scorso 20 marzo, è accaduto vicino Torino, nella zona dell’Interporto di Orbassano. I due non si sono lasciati intimorire dalle sirene accese e hanno improvvisato un posto di blocco, costringendo il mezzo di soccorso a fare manovra e a tornare indietro.

I due (un tassista e un amico) protagonisti dell’improvvisato blocco stradale tra l’ospedale San Luigi e l’Interporto, secondo quanto riporta La Stampa, hanno poi pubblicato il video del loro blitz sul sito del gruppo “Torino Sostenibile”, cercando gloria sui social.

Tra i commenti, invece, sono arrivate anche molte critiche, tanto che il filmato è stato rimosso dopo qualche ora. Grazie alle immagini sono stati identificati e denunciati ai carabinieri per interruzione di pubblico servizio da Davide Castelli, presidente della Croce Rossa di Beinasco, per il quale lavorava l’equipaggio costretto a fermarsi.

“Nonostante le spiegazioni del nostro autista, che si è comportato in maniera ammirevole, senza reagire a insulti e provocazioni, quei due soggetti hanno continuato il blocco”, ha spiegato Castelli. Inutili le scuse arrivate dopo la querela, Castelli ha deciso che andrà avanti: “Chi si permette di fermare un’ambulanza in corsa per avere un ‘mi piace’ su qualche social network si deve rendere conto della gravità di quello che sta facendo”.

Sul gruppo “Torino Sostenibile”, intanto, è apparso il post di un amministratore: “Sulla questione ambulanza ci sono due versione totalmente differenti: quella raccontata dal giornalista e quella raccontata (postata e poi rimossa) da chi ha bloccato l’ambulanza. La prima parla di un paziente morente che correva in ospedale e la seconda di un ambulanza vuota. Questo fatto verrà discusso dalle parti in questioni e non su TS in cui lasceremo, per correttezza, esclusivamente il post di Mirko su cui potete serenamente esprimere il vostro pensiero qualsiasi esso sia senza appellarvi ad un vocabolario che come conseguenza ha l’eliminazione immediata dal gruppo”. 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico