Aversa

Aversa, deposito rifiuti: in arrivo multe ancora più salate per i trasgressori

«Stiamo studiando le modalità per punire con una sanzione economica fino a 500 euro coloro i quali gettano i rifiuti fuori dai contenitori e dagli orari consentiti». Ad affermarlo il sindaco di Aversa Enrico de Cristofaro che ha chiesto tolleranza zero nei confronti dei trasgressori.

«L’ordinanza che stiamo ponendo in essere – ha spiegato il primo cittadino – vede un incremento della sanzione pecuniaria nei confronti di chi abbandona in modo incontrollato e fuori l’orario consentito i rifiuti sul territorio. Inoltre, saranno perseguiti anche coloro che utilizzano i sacchi neri dei rifiuti che non consentono agli operatori di capire se è stata effettuata correttamente la raccolta differenziata».

Mentre il sindaco ed i dirigenti stanno per porre in essere queste nuove misure, continuano le attività dei vigili del nucleo ambientale che operano anche con l’ausilio delle cosiddette telecamere «trappola». «Abbiamo una media di circa cento multe al mese elevate dai vigili del nucleo ambientale che operano tutti i giorni su tutto il territorio comunale», ha rivelato il consigliere comunale delegato alla Polizia municipale, Michele Galluccio, che ha continuato: «Le telecamere sono posizionate in alcuni luoghi nevralgici della città dove vengono abbandonati rifiuti in modo incontrollato. Si tratta di una decina di telecamere-trappola, così chiamate perché possono essere spostate da un posto all’altro agevolmente, nei luoghi dove alcuni incivili sono soliti abbandonare rifiuti».

Proprio grazie alla polizia municipale, coordinata dal comandante Stefano Guarino, a cadere nella rete un fornaio di Orta di Atella, ma che esercita a Lusciano. Nel suo tragitto verso casa, il fornaio ha abbandonato alcuni rifiuti in via Atellana. Grazie allo «studio» del contenuto di alcuni sacchetti si è risaliti a lui con la conseguente sanzione.

Le telecamere sono di quelle omologate per poter contestare, successivamente la violazione ai trasgressori e sono già state utilizzate in precedenza con profitto dalla polizia municipale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico