Sant’Arpino

Sant’Arpino celebra Padre Pio il 23 settembre

Anche Sant’Arpino celebra l’annuale ricorrenza della festa di San Pio. Per l’occasione sarà rilanciata la campagna di sensibilizzazione “Un Mattoncino per la Casa di Accoglienza “Oasi Di Padre Pio” per reperire i fondi necessari per il completamento dei lavori per la realizzazione – presso l’ex macello comunale – di una struttura per ospitare persone in difficoltà (immigrati, anziani, poveri, ecc.).

Venerdì prossimo, 23 settembre, la Chiesa celebra la festa del Frate da Pietrelcina, voluta e istituita da Giovanni Paolo II nel 2000. A Sant’Arpino, grazie all’impegno dell’Associazione “Nostra Signora di Fatima”, nella centrale Parrocchia di S.Elpidio Vescovo – in piazza Umberto I –  alle ore 19 il parroco don Umberto D’Alia presenzierà una solenne funzione religiosa in memoria di San Pio.

Nel corso della speciale giornata, inoltre, gli ammirevoli volontari dall’Associazione “Nostra Signora di Fatima” promuoveranno con diverse iniziative il completamento dei lavori della Casa di Accoglienza “Oasi Di Padre: un progetto di solidarietà e amore ideato e tenacemente perseguito nel tempo dalla medesima associazione santarpinese.

Lo scorso anno è stato inaugurato il primo lotto di lavori che prevede la realizzazione di un refettorio per assicurare quotidianamente un pasto caldo a chi ne avrà bisogno (bambini, anziani, immigrati, ecc.), uno sportello di aiuto per anziani e diversamente abili, uno spazio per attività di animazione per ragazzi, uno spazio ambulatoriale per i poveri bisognosi di speciale assistenza medica.

Ma com’è facile immaginare occorrono altre risorse per proseguire i lavori e portare a termine l’opera che è un autentico sogno di fratellanza, civiltà e speranza.  Di qui l’avvio della campagna “Un Mattoncino per la Casa di Accoglienza “Oasi Di Padre Pio”.

I volontari dall’Associazione “Nostra Signora di Fatima” da qualche giorno stanno sollecitando la comunità santarpinese affinchè risponda al loro appello. “Coloro che prenoteranno un mattoncino – spiegano i volontari – avranno la possibilità di dare un concreto sostegno alla realizzazione di un’opera di grande spessore sociale e umanitario. Occorre semplicemente dare ascolto al proprio cuore e, con solo 20 euro, prenotare il mattoncino che recherà il nome del donatore impresso a fuoco e che sarà poi fissato sulla parete anteriore della costruenda cappellina a perenne ricordo dell’ammirevole generosità dell’autore del gesto di solidarietà”.

Gli interessati potranno fare la loro donazione anche tramite conto corrente postale numero 96535430, intestato all’Associazione “Nostra Signora di Fatima”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico