Napoli

Il cardinale Sepe celebra i 10 anni da arcivescovo di Napoli

Napoli – “Mi sento bisognoso di misericordia”. Lo dice il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, parlando dei suoi 10 anni di servizio episcopale in città. “È stato un cammino difficile – afferma – ma durante il quale ho potuto toccare con mano la bontà, la generosità, di sacerdoti, laici, ma anche di tanta gente di buona volontà che si è aperta anche al messaggio del Vangelo”.

“Tutte persone – conclude Sepe – che hanno voluto fare con noi questo cammino all’insegna della solidarietà, della apertura verso gli altri soprattutto i più poveri, i bisognosi”. ”La preoccupazione maggiore è soprattutto per i giovani”.

Poi il cardinale Sepe ha aggiunto “È la preoccupazione fondamentale della Chiesa tutta – afferma – quella di aiutare i giovani a prendere coscienza della propria dignità”. “Occorre stimolare le istituzioni – aggiunge – perché diano una risposta concreta e reale ai bisogni di questi ragazzi che hanno sete di dignità, lavoro e di realizzare i propri sogni”. “Esistono ancora tantissimi problemi – conclude Sepe – alcuni si sono anche acuiti soprattutto in merito a quelle che sono le manifestazioni delle organizzazioni malavitose”.

Anche il Comune di Napoli ha voluto ricordare l’anniversario del servizio episcopale dell’arcivescovo. “La Città di Napoli a Sua Eminenza Reverendissima Cardinale Crescenzio Sepe Arcivescovo Metropolita e Cittadino Onorario di Napoli con profonda gratitudine ed infinito affetto per la Sua instancabile opera ed attività pastorale in occasione del decimo Anniversario del Suo Episcopato”.

È questo il testo inciso nella “patena” (un piccolo piatto metallico utilizzato dal celebrante, durante la Messa, per posarvi l’ostia, ndr), che il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha donato stasera al presule, in occasione del decimo anniversario del servizio episcopale di Sepe in città.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico