Home

Como, falso “Made in Italy”: sequestrati 330mila articoli

Como – Nella giornata di venerdì 26 febbraio, le Fiamme Gialle del Gruppo di Ponte Chiasso, in servizio presso il Valico Commerciale, in collaborazione con i funzionari doganali, hanno sottoposto a controllo un camion con targa polacca che trasportava accessori di abbigliamento.

La merce proveniva dalla Cina e attraverso Inghilterra e Ungheria, arrivava in Italia con destinazione finale Milano. All’interno dell’autotreno venivano rinvenuti e sequestrati, circa 109mila cappelli di diverso materiale, forme e colore, recanti raffigurazioni e scritte quali “Pisa”, “Rimini”, “Italia”, idonee a trarre in inganno i consumatori circa l’esatta origine del prodotto, in violazione dell’articolo 4 comma 49 della Legge 350/2003, reato punito dall’articolo 517 del Codice Penale (normativa a tutela del made in Italy).

Successivamente al sequestro, i finanzieri del Nucleo Mobile del Gruppo di Ponte Chiasso provvedevano ad effettuare un pedinamento occulto dell’autotreno che conduceva i militari presso un deposito con annesso negozio, sito nell’hinterland milanese. Le perquisizioni, effettuate di iniziativa, permettevano un ulteriore sequestro di 136mila accessori per abbigliamento e pelletteria (quali cappelli, calzini, zaini, portafogli, cinture, ecc.).

Le attività venivano tempestivamente relazionate all’autorità giudiziaria competente, la quale emetteva due decreti di perquisizione presso altrettanti luoghi riconducibili alle persone individuate, che eseguiti il 1 marzo scorso, portavano al sequestro di circa 88mila capi di abbigliamento ed accessori della stessa tipologia.

Complessivamente, l’attività svolta permetteva di denunciare tre cittadini di nazionalità cinese e di sottoporre a sequestro oltre 333mila accessori di abbigliamento e pelletteria in violazione alla normativa sul made in Italy, in quanto recanti disegni e stampe idonee a trarre in inganno i consumatori finali circa l’esatta origine geografica dei prodotti, per un valore di mercato superiore a 3 milioni di euro.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Incidente su A1 tra Acerra e Villa Literno: muore pedone investito - https://t.co/VeRcTevkHQ

"The Queen", Nicola Schiavone, figlio di "Sandokan", rivela intrecci tra camorra e imprenditori - https://t.co/nsS42vpOWu

Aversa, l’accordo Comune-Eav approda in Consiglio. M5S: “Un regalo all’azienda” https://t.co/mqmv6Sh2J5

Casal di Principe, accoltellato per un debito di denaro: un arresto https://t.co/31IYRCiwYx

Condividi con un amico