Home

Cantone: “Alle mafie conviene più corrompere che intimidire”

Napoli – La vicenda di “Mafia Capitale”. E’ quella affrontata da Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, alla presenza del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, durante uno degli appuntamenti dei “Dialoghi sulle Mafie” promossi al Centro di Ricerca “Res Incorrupta” dell’Università Suor Orsola Benincasa e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Un “salto di qualità” della corruzione quello che, secondo Cantone, è avvenuto negli ultimi anni. “Alle mafie – sostiene il presidente dell’Anac – conviene molto di più corrompere un politico o un dirigente, piuttosto che intimidirlo, poiché lo terrà fedele per sempre senza rischi”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Mondragone, contrabbando di sigarette: revocati domiciliari a Caprio - https://t.co/HX26ZYBMGh

Condono, Salvini: “Verità agli atti, per scemo non passo”. Lo spread tocca i 340 punti https://t.co/hucibtPCtD

Casapesenna, processo Zara. Nicola Schiavone: "Fortunato Zagaria testa di legno del boss" - https://t.co/zCIAJK9ep3

Parma, sequestrato cantiere centro commerciale vicino aeroporto: 3 indagati in Comune - https://t.co/QEz7kiJNFV

Condividi con un amico