Napoli

Napoli, in 200mila per il Capodanno in Piazza del Plebiscito

Il ricordo commosso di Pino Daniele e Luca De Filippo ha segnato il concerto di Piazza Plebiscito, a Napoli per la notte di Capodanno. Sul palco si sono alternati Max Gazzè, Enzo Avitabile e i Bottari, Tony Esposito, Rino Zurzolo, Clementino, Lina Sastri e Daby Touré. Con Nello Daniele, fratello di Pino, l’omaggio è arrivato al culmine: ‘Terra mia’ e ‘Yes i know my way’ le canzoni scelte per l’omaggio al cantautore scomparso un anno fa.

E la piazza, quella del Plebiscito, dove si è esibito più volte Pino Daniele, ha ‘acceso’ la notte con le luci dei telefonini. Il sindaco De Magistris ha commentato la riuscita del Capodanno 2016: “Una marea umana gioiosa di 200mila persone ha invaso piazza del Plebiscito”.

La piazza del Plebiscito è stata restituita ai cittadini come il centro degli eventi musicali, mentre il lungomare ha consolidato la sua vocazione aggregativa con ben quattro palcoscenici con cantautori, dj, showcase e musica latina, e il Borgo Marinari farà da sfondo ai colorati fuochi d’artificio.

Il menù del Capodanno prevede come antipasto, dalle 22,30, Max Gazzè, con i suoi vecchi e nuovi successi. In tutto un’ora e venti. Ma il clou della serata è lo spettacolo messo a punto da Enzo Avitabile.

Ci sono dei problemi, subito superati perché si inizia addirittura in anticipo. Gazzè è in forma e fa ballare la piazza infreddolita. A strappare più applausi è “Il solito sesso”. L’afflusso in piazza cresce ma è comunque lento. “La favola di Adamo ed Eva” pulsa ma il cantante fa fatica ora a riscaldare la platea. Del resto il freddo, improvviso di queste ore, non aiuta, i cenoni sono ancora in corso e già si inizia a sparare. Corna rosse e fiocchetti rosa luminosi sono i gadget più venduti. “La vita com’è”, quasi un manifesto esistenziale.

All’1.30 inizio del concertone napoletano. Aprono Enzo Avitabile e Lina Sastri con i Bottari. Dopo la mezzanotte Clementino con Avitabile. Poi l’omaggio a Pino Daniele con il fratello Nello. E il finale con Avitabile e il coro finale. Dopo i brindisi, la festa si è allungata sul lungomare, dove già dalla mezza il pubblico ha potuto scegliere il palcoscenico più vicino ai propri gusti musicali. Piazza Vittoria ha ospitato gli showcase di Capone, Gnut, Nelson, Daniele Sepe, Andrea Tartaglia, Aldolà Chivalà, Alessio Sollo (The collettivo) e i rapper Tueff e Lucariello; Rotonda Diaz è stata come di consueto la discoteca sotto le stelle, via Partenope all’insegna della musica latina e Borgo Marinari revival ’70 e ’80.

All’1.30 dalle terrazze del Castel dell’Ovo l’immancabile spettacolo pirotecnico che ha illuminato il Golfo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico