Aversa

Nobis: “Agli altri le vuote chiacchiere, noi proviamo a fare i fatti”

Aversa A circa tre anni dall’insediamento di questa amministrazione, senza voler nascondere alcune oggettive difficoltà in cui ci siamo ritrovati soprattutto a causa del sempre più esiguo apporto di rimesse statali, che dal 2012 è stato di circa 5 milioni di euro in meno rispetto al passato, è comunque sotto gli occhi di tutti i cittadini il cambiamento che sta caratterizzando positivamente la città.

Abbiamo avviato una serie di cantieri che da Viale Olimpico, passando per via di Iasi e via Roma, per giungere al Parco Pozzi, daranno una veste nuova e più gradevole a cittadini e visitatori. Sui lavori del Parco Pozzi, per i quali molte associazioni e cittadini si erano inizialmente lamentati per la chiusura totale, oggi questi stessi soggetti hanno fatto un coerente passo indietro, riconoscendo che per la sicurezza dei fruitori del parco, è più giusta e più garantista per la sicurezza, una chiusura integrale.

Via Roma, poi, quella che secondo la minoranza consiliare era stata oggetto di “scempio” quando furono spesi solo 3000 euro per la messa in sicurezza volta ad un appianamento delle buche con l’asfalto, solo ed esclusivamente per renderla fruibile anche ad anziani, diversamente abili e mamme con i passeggini. Ora che i lavori sono finalmente partiti e stanno procedendo senza intoppi per dare alla strada principale della città il giusto “abito”, forse i cittadini capiranno lo scopo vero, privo di ogni credibilità di coloro che, allora, gridavano allo scandalo!

È importante anche essere riusciti a produrre dei risultati con le risorse che sono state per molto tempo a disposizione senza aver prodotto peró alcunchè. Oggi quando si entra ad Aversa attraverso via Di Iasi, con la cornice della nuova strada tra alberi e lampioni, che punta l’occhio fino a Porta Napoli, lo spettacolo, soprattutto di sera, è davvero suggestivo.

Via Roma, pian piano, sta riacquisendo il simbolo di salotto elegante della città, senza più quelle buche e quei sanpietrini che la rendevano impercorribile sia a piedi che su ruote, di ogni tipo. A volte quando vedo che c’è chi vuol cercare a tutti i costi disfunzioni o disservizi e mi viene davvero da ridere, soprattutto quando ascolto i “tuttologi”, che si arrogano il compito di disquisire in materie cosi altamente tecniche senza averne la minima competenza e senza avvelersi di uno straccio di tecnico o atto peritale, solo con l’evidente scopo di voler insinuare il dubbio nella cittadinanza sull’operato dei suoi amministratori. Chi dice si sapere tutto probabilmente non sa niente ed oggetto solo di continue smentite.

Mi è capitato, inoltre, di guardare i telegiornali nazionali ove sono stati osannati come isole felici quei comuni che non hanno istituito l’imu sulla prima casa o addirittura la Tasi, e noi invece, che non abbiamo istituito nè l’una nè l’altra?! Che non abbiamo inciso sulle categorie più disagiate e sui proprietari di unica abitazione? Si è tentato di far passare in modo silente questo dato ma così non deve essere! Certo, con rimesse statali ogni anno inferiori e con un bilancio che si basa su elementi sempre più rigidi, qualcosa si è dovuto caricare su chi possiede di più.

Abbiamo poi avviato finalmente il progetto che doterà Aversa di un propria rete wireless, cosi che i cittadini potranno usufruire di internet gratuitamente oltre una serie di altri servizi, con l’attivazione di collegamenti telefonici tra tutte le strutture pubbliche che abbatteranno totalementr i costi delle comunicazioni telefoniche. Il tutto, con la predisposizione di telecamere ad alta definizione diurne/notturne e leggitarga (acquistate queste ultime con economie di progetti in itinere) che aumenteranno in modo esponenziale la sicurezza della Città e degli accessi principali, predisponendo anche zone Ztl che non richiederanno più l’ausilio del personale di polizia municipale.

Infine, tutti hanno riconosciuto che una illuminazione natalizia in grado di convogliare ad Aversa così tanti visitatori non si era mai vista, dando una bella boccata ossigeno ai commercianti e ristoratori. Il tutto, avendo speso meno di quanto si fosse fatto negli anni passati, senza dar luogo a sprechi e dimostrando che con una spesa giusta e coerente si possono ottenere risultati strabilianti!

Pertanto, chi in maniera così irresponsabile persevera diabolicamente nel voler gettare fango su questa amministrazione oggi è a mio avviso mosso solo da incoerenza ed insensatezza, perchè stiamo dimostrando con i fatti che le opere in corso e i programmi stanno procedendo senza particolari intoppi, con l’unico obbiettivo di dare una città nuova ai cittadini aversani che a loro volta dovranno averne cura come se fosse propria. 

Il consigliere comunale Nico Nobis

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico