Esteri

India, un bar gestito da donne sfregiate con l’acido

Nasce ad Agra, in India, “Sheroes hangout”, un luogo di ritrovo gestito dalle donne che hanno subito attacchi con l’acido. Ritu Saini è una di queste: è stata sfregiata con l’acido dal cugino, poiché ha “osato” rifiutare la sua proposta di fidanzamento.

La donna ha perso un occhio e nonostante le operazioni chirurgiche il suo volto non è tornato più come prima. Questo le ha causato, oltre all’iniziale dolore fisico, un grande disagio che le impediva di mostrare il volto in pubblico. Ma ora, grazie all’iniziativa di “Stop acid attacks”, Ritu non indossa più il velo per coprirsi.

L’associazione indiana, nata nel 2013, cerca di sensibilizzare la società e la cultura del sud asiatico sul tema dell’emancipazione femminile e vuole offrire indipendenza economica alle donne sfregiate per poter dare loro la possibilità di ricominciare a vivere. Il locale ha riscosso molto successo e oltre alla caffetteria è composto di una biblioteca, una radio e un piccolo negozio.

La condizione femminile in India e le frequenti violenze ai danni delle donne sono sotto i riflettori dopo numerosi episodi saliti alla ribalta delle cronache internazionali.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, il sindaco Moretti in campo con la sua lista: "Ho già una rosa di 20 candidati" - https://t.co/h1LdDg6Iqh

"La Radiologia per il riscatto della Terra dei Fuochi": congresso medico a Marcianise - https://t.co/PkXp4V5sH9

Aversa, De Angelis: "Premieremo la classe più 'green' del Secondo Circolo" - https://t.co/KqdZecGGlW

Trentola Ducenta, Bottigliero presenta i candidati Catalano, Mare, Iuliano e Abate - https://t.co/X03vtirYsH

Condividi con un amico