Santa Maria C. V. - San Tammaro

Di Muro: “Per il Rione Iacp ci sono i fatti concreti”

Santa Maria Capua Vetere – “Fatti, non promesse”. Il sindaco Biagio Di Muro non intende farsi trascinare in polemiche da campagna elettorale – alimentate da sostenitori dichiarati di candidati in corsa per il prossimo consiglio regionale o da movimenti politici travestiti da patronati – e preferisce attenersi a semplici fatti e atti concreti. “L’amministrazione comunale in carica – ribadisce Di Muro, riprendendo quanto scritto in un volantino – non ha smesso neanche un attimo di dedicare una grande attenzione ai problemi del Rione Iacp e delle periferie in generale. Sono altri quelli che, piombati da Napoli, hanno preso in giro i residenti con promesse di mezzi pubblici e interventi mai realizzati. Se fossimo stati in campagna elettorale, avremmo dovuto anche ricordare altri fatti: le rotonde al C1 Nord che stanno per essere realizzate o i lavori (per riparare i disastri commessi da altri prima di noi) al via nella Principe di Piemonte”.

E ricorda i risultati concreti raggiunti dal Comune per lo Iacp: “E’ un fatto, e non una promessa, che, per essere più vicini ai concittadini del rione, abbiamo reso operativo uno sportello comunale decentrato, con personale dei servizi sociali, presso il quale vengono raccolte anche le segnalazioni di problematiche e disservizi. Lo stesso sportello sta per essere reso ancora più utile ed efficiente, diventando un vero e proprio punto di ascolto sociale, con la presenza di personale specializzato”.

Il sindaco incalza: “E’ un fatto, e non una promessa, che in via Giotto ha funzionato il servizio di tutoraggio educativo, grazie alla collaborazione con il volontariato operante sul territorio, e che dal 2 giugno sarà attivo un campo estivo per favorire le attività ludiche e di socializzazione dei ragazzi”.

Continua Di Muro: “E’ un fatto, e non una promessa, che è stata aggiudicata la gara (il 30 aprile scorso è stata adottata la determinazione di approvazione verbali e aggiudicazione definitiva) per il programma di recupero urbano dell’intero quartiere, con un investimento di circa un milione di euro: nuova piazza davanti la chiesa, percorso pedonale e ciclabile con collegamento a un parco attrezzato, realizzazione di un ‘giardino dei platani’, costruzione di un tratto di strada anulare con ampio parcheggio pubblico”.

Ancora: “E’ un fatto, e non una promessa, che è pronta la gara per l’impianto sportivo polifunzionale, nei pressi del campo di calcio già esistente, e che si attende l’autorizzazione sismica dal Genio Civile. Il campo coperto potrà essere utilizzato come campo di calcio a cinque, campo di pallacanestro, campo di tennis, campo di pallavolo”.

“E’ un fatto, e non una promessa, che è pronta la determinazione a contrarre e a indire la gara per realizzare, nel fabbricato della scuola elementare del rione, una struttura per asilo nido e servizi per i minori, al fine di assicurare assistenza concreta alle famiglie, con la realizzazione di un’area giochi, la riqualificazione del parcheggio e l’installazione di un impianto fotovoltaico. Il progetto esecutivo è stato approvato già il 7 febbraio 2014”, conclude Di Muro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico