Villa Literno

Brucia rifiuti in via Acquaro, arrestato marocchino

Villa Literno – Nel corso della mattinata di venerdì i militari della stazione di Villa Literno hanno tratto in arresto, per combustione illecita di rifiuti, Abdeljalil Ouafi, 32 anni, del Marocco, residente a Villa di Briano.

Ad attirare l’attenzione di una pattuglia dei Carabinieri è stata l’intensa coltre di fumo nero sprigionatasi nell’aria proveniente da via Acquaro, nel comune di Villa Literno.

Ed infatti, quando i militari dell’Arma sono giunti sul posto hanno sorpreso e bloccato il 32enne che aveva appena appiccato un incendio all’interno di un campo agricolo.

La combustione coinvolgeva rifiuti speciali di varia tipologia, sversati illecitamente in tempi precedenti in quell’area. Su richiesta degli stessi carabinieri sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno spento l’incendio. L’area è stata sequestrata.

L’arrestato è stato condotto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Con questo sono 12 gli arresti effettuati dai carabinieri della Compagnia di Casal di Principe per combustione illecita di rifiuti. I particolare le aree su cui i militari dell’arma hanno eseguito la maggior parte degli arresti è proprio quella di Villa Literno e Casal di Principe.

I carabinieri, visto l’approssimarsi del periodo estivo, hanno intensificato i servizi finalizzati a contrastare tale increscioso fenomeno, pericoloso per la salute pubblica. Al riguardo il personale della locale Arma dei Carabinieri invita i cittadini a collaborare segnalando, senza esitazione al 112episodi di combustione illecita di rifiuti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico