Esteri

Israele, Netanyahu ironizza su Isis: polemica su spot elettorale

Gerusalemme – In Israele si avvicinano le elezioni politiche del 17 marzo e, con il pericolo Isis in agguato in tutto il medio-oriente, ha pensato bene il premier Benjamin Netanyahu di utilizzare i jihadisti del califfato per ridicolizzare la sinistra del paese ebraico.

Il filmato di propaganda è alquanto sarcastico: un commando di jihadisti armati di kalashnikov e bandiere nere a bordo di un pick-up che attraversa il paesaggio desertico israeliano imboccandosi poi in un incrocio stradale, nel percorso si imbattono in un automobilista israeliano a cui domandano la direzione di Gerusalemme. La risposta dell’uomo è il fulcro ed il senso dell’intero filmato: “Andate a sinistra”.

Le critiche non si sono fatte aspettare in Israele, dove però il filmato ha riscosso un buon successo sulla rete. La polemica arriva però dalla vicina Palestina a causa della musica di sottofondo, che ascoltano i terroristi in auto, scelta per il filmato. Si tratta di un brano rap del gruppo Torabyeh che ovviamente non ha apprezzato l’utilizzo del proprio pezzo per la campagna elettorale di un Benjamin Netanyahu che solo un anno fa diede l’ordine di lanciare i missili sulla striscia di Gaza.

Il gruppo rap ha fatto quindi sapere di intraprendere un’azione legale contro i responsabili e che rigetterà “ogni collaborazione con il nemico sionista di sinistra e destra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico