Home

L’energia di Capone & BungtBangt in “Spazza Music Live”

In attesa del nuovo album di inediti, uscirà il 28 gennaio Capone & BungtBangt un EP dal vivo estratto dal concerto tenutosi il 3 ottobre 2014 alla Mostra d’Oltremare di Napoli nell’ambito del Forum delle Culture. Contemporaneamente verranno pubblicatianche i relativi video che verranno lanciati dal canale ufficiale di Youtube della band (www.youtube.com/caponebungtbangt).

Si tratta di un’iniziativa principalmente progettata per la rete, non è prevista la stampa fisica del disco.

I video verranno rilasciati con cadenza settimanale ed i brani potranno essere ascoltati su Spotify, SoundCloud e gli altri canali gratuiti di streaming audio oppure acquistati negli store digitali.

I pezzi scelti sono quelli impreziositi dagli ospiti che hanno preso parte al concerto: ‘O Sang è Sang ft. Lucariello; Parafulmine ft. Bisca; Tu Come Lo Fai ft Thieuf; Acito ft. Mariano Hobo Caiano.

Spazza Music Live è’ il primo disco live pubblicato da Capone & BungtBangt da sempre apprezzati per la forza che esprimono dal vivo. Oltre che in Italia nella loro carriera sono stati invitati nel mondo per la loro unicità stilistica e strumentistica a rappresentare un modo nuovo di fare musica ed anche per l’impegno a sfondo sociale che ha sempre caratterizzato la band napoletana sia nel linguaggio dei testi che nelle scelte di attivismo per cause legate alla tutela dell’ambiente, alla difesa dei diritti umani e di uguaglianza tra i popoli. Per questo oggi con la loro Junk Music rappresentano un simbolo ed un’eccellenza nel panorama musicale internazionale. Vederli suonare dal vivo con i loro strumenti fatti con materiali riciclati è un’esperienza unica che lascia affascinati e grazie alla pubblicazione dei relativi video il pubblico potrà avvalersi di una guida all’ascolto per apprezzare a pieno l’originalità del suono.

L’EP uscirà il 28 gennaio ed il primo video ad essere pubblicato sarà ‘O Sang è Sang, ft. Lucariello un remake del brano scritto da Capone nel suo primo cd omonimo (Capone/BMG) del 1993 ed ancora attualissimo. Un invito a fermare le guerre fratricide tra i “guagliune ‘e miez’ a via” nel quale Lucariello rappa una parte del brano “Nuje Vulimme Na Speranza” colonna sonora di Gomorra (la serie) per poi lanciarsi in un superlativo free style.

A seguire Parafumine, ft. Bisca. Il brano, contenuto in Dura Lex (2008), sui movimenti popolari seguiti al ’68 che hanno visto l’infrangersi degli ideali non a causa dei giovani ma per strategie politiche ben architettate. Qui Sergio Serio ed Elio 100gr ci regalano un’interpretazione dello storico “Sott’Attaco dell’Idiozia” che si fonde con un altro brano di produzione Bisca99Posse: “Sasà”.

Il terzo brano è Tu Come Lo Fai, ft. Thieuf: il brano originale è del 2012 e vede già il rapper senegalese come ospite ma nella versione live ci regala un free style potente mentre Capone interpreta un inedito medley con “Cera una Volta” (Dura Lex).

Infine Acito ft. Mariano Hobo Caiano, la tammurriata metropolitana scritta e pubblicata da Capone ne “La Foresta” (1995) un brano percussivo e vocale perfetto per ospitare il grande percussionista e vocalista dell’Orchestra Italiana.

L’evento da cui è stato estratto l’EPè lo Spazza Music Fest, un festival interamente legato alla junk music, la musica suonata con strumenti fatti con materiali riciclati. Organizzato da Suoni Liberi nell’ambito del Forum delle Culture 2014 ha avuto Capone come direttore artistico   nonchè perno centrale dell’evento essendo unanimemente riconosciuto come massimo esponente di questo nuovo modo di far musica. A conferma del suo impegno socio educativo il musicista ha tenuto anche un affollato workshop la mattina con la partecipazione dei cento ragazzi delle scuole di Napoli e provincia sulla costruzione degli strumenti. Mentre la sera è andato in scena il concerto di Capone & BungtBangt + ospiti con l’apertura affidata ai Bottari di Portico ed ai Riciclato Circo Musicale di Ancona.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico