Cesa

Borzacchiello: “Le mie proposte per la comunità”

Cesa – “In questi anni nei quali ho impiegato parte del mio tempo libero sul nostro territorio, nel sociale, nella politica e nell’associazionismo ho avuto modo di valutare indipendentemente dalla mia giovane età alcuni punti sui quali potremmo lavorare insieme e in sinergia per migliorare il nostro paese”. Lo afferma Antonio Borzacchiello, giovane attivista politico cesano, che ha elaborato una serie di proposte che guardano all’interesse della collettività. “Ho voluto mettere nero su bianco alcune proposte – spiega – da sottoporre al giudizio dei cittadini di Cesa. Mi auguro che queste siano oggetto di un’approfondita campagna elettorale di chi si appresterà a scendere in campo per migliorare socialmente e culturalmente il nostro paese. Il mio invito è di iniziare a lavorare da subito a un programma serio e fattibile da proporre ai cittadini di Cesa. Invito inoltre i cittadini a dare il proprio voto e la propria fiducia a persone che sapranno al meglio tutelare l’interesse della collettività e del nostro territorio”.   

PROPOSTE

1)
SVILUPPO E OCCUPAZIONE:
Incentivare e attrarre gli Imprenditori con sgravi fiscali ad investire nel nostro paese. Con lo sviluppo industriale sul nostro territorio possiamo inoltre creare occupazione. In tal modo favoriamo il lavoro.

2) ISTITUIRE ELENCO ANAGRAFICO COMUNALE DEI LAVORATORI:
Sono inseriti nell’elenco anagrafico dei lavoratori coloro che sono inoccupati o disoccupati in cerca di lavoro e gli occupati in cerca di una nuova occupazione che vogliono usufruire dei servizi diretti a promuovere l’inserimento lavorativo. Lo scopo è di semplificare il sistema d’incontro domanda e offerta di lavoro e di realizzare nuovi servizi d’indirizzo e di sostegno per i lavoratori e per le imprese. Questo elenco interessa le seguenti categorie di disoccupati: adolescenti (ragazzi tra i 15 e i 18 anni non più soggetti all’obbligo scolastico); giovani (soggetti dei 18 ai 25 anni); donne in reinserimento lavorativo (non occupate da almeno 2 anni); disoccupati di lunga durata (da più di 2 anni).

3)
EX PALESTRA DEL FANCIULLO:
Continuare l’opera avviata di ristrutturazione della struttura. Crearvi al proprio interno un centro socio-ricreativo per bambini, giovani e anziani. Per i Bambini: con la creazione di una Ludoteca, uno spazio di socializzazione e amicizia che offre la possibilità di utilizzare una grande quantità di giocattoli. Riveste una funzione educativa e aggregativa, in quanto spazio di ritrovo con finalità ricreative, di apprendimento e culturale. I giochi a disposizione possono essere frutto di acquisti pubblici o di donazioni. Inoltre per i Giovani: con la creazione di un circolo ricreativo. Un luogo di aggregazione e divertimento con un gradevole spazio all’aperto. E infine per gli Anziani: anche in questo caso con la creazione di uno spazio dedicato loro. Un circolo dove i nostri anziani possono socializzare con la possibilità di giocare a carte, di organizzare tombolate e altre iniziative di aggregazione.

4)
ASSOCIAZIONISMO:
Incentivare, sostenere e supportare le Associazioni presenti sul territorio che organizzano eventi sociali, culturali e benefici eliminando qualiasi tassa inerente all’attuazione di manifestazioni volte alla popolazione di Cesa.

5) SOSTEGNO DIVERSAMENTE ABILI:
Completo superamento su tutto il territorio cittadino delle barriere architettoniche. È definita barriera architettonica qualunque elemento costruttivo che impedisca, limiti o renda difficoltoso gli spostamenti o la fruizione di servizi (specialmente per le persone con limitata capacità motoria o sensoriale).

6) POLITICHE SOCIALI:
Scelta delle priorità indirizzando risorse verso i bisogni primari degli indigenti. Verso questa direzione può essere attuata l’esenzione ticket per la mensa scolastica rivolto alle VERE famiglie bisognose che non possono permettersiil pagamento della mensa per far mangiare i propri figli a scuola. Oppure si potrebbe pensare a un sistema con blocchetti di biglietti a prezzo sociale. Ripristino inoltre dei pacchi alimentari con maggior controllo per far si che siano offerti ai VERI CITTADINI BISOGNOSI di Cesa.

7)
COMMERCIO:
Bisogna tutelare il commercio cittadino attuando una politica fiscale amica del commerciante. Occorre inoltre istituire un tavolo di confronto permanente dove Amministrazione e Commercianti possano affrontare al meglio le difficoltà e i problemi riguardanti la crisi che attanaglia questo settore economico del paese.

8) SICUREZZA DEL TERRITORIO:
Rivedere e ripristinare il sistema di video sorveglianza cittadino installato in paese. Ampliarlo dove vi è la necessità di più controllo cittadino.

9) SCUOLA BUS: Ripristino del servizio scuolabus gratuito per i bambini della scuola materna.

10) TRASPORTO PUBBLICO:
Ripristinare nei fatti il trasporto pubblico con punti di fermata sul territorio cittadino. In modo da creare un collegamento con università, ospedale, metropolitana e stazione ferroviaria.

11) LOCALITA ARENA:
Salvaguardare e tutelare l’unico polmone verde sul nostro territorio dall’inquinamento provocato da inciviltà. Possibilità di creazione di un percorso podistico e ciclistico attraverso la sistemazione del manto stradale.

12) SOSTA SELVAGGIA:
Mettere in campo azioni concrete per il rispetto del codice della strada. Superando la problematica della “sosta selvaggia” sul territorio cittadino.

13) CONTRASTO ALL’ABUSIVISMO E AL COMMERCIO AMBULANTE:
Intraprendere una politica di contrasto verso il “commercio ambulante” che danneggia fortemente il tessuto economico del nostro paese.

14) MANUTENZIONE DEI LUOGHI COMUNI:
Più manutenzione dei parchi pubblici, delle piazze cittadine e delle strade del nostro paese talvolta lasciati nell’abbandono e nell’incuria più totale.

15) ILLUMINAZIONE PUBBLICA A COSTO ZERO:
Lampioni fotovoltaici per pubblica illuminazione stradale solare LED.  Zero spese di energia elettrica per l’ente comunale.  Attraverso risorse di finanziamento pubblico per l’energia pulita.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico