Trentola Ducenta

Massimiliano Finazzer Flory incanta con “I Promessi sposi”

 

 Trentola Ducenta. Emozionante e formativo. Due aggettivi che esprimono al meglio, sebbene in maniera sintetica e quindi non esaustiva, il giudizio su “I Promessi sposi” messo in scena, nella biblioteca comunale di Trentola Ducenta, dal grande maestro drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory.

La biblioteca comunale su iniziativa della responsabile Marina Napolitano, sostenuta e supportata dal sindaco Michele Griffo e dall’amministrazione comunale, per un giorno si è trasformata in palcoscenico ospitando una tappa della tournée internazionale dell’attore e regista, già Assessore alla Cultura del Comune di Milano, insignito dei maggiori riconoscimenti, quali il Premio Cenacolo e l’Ambrogino d’oro, che ha messo in scena momenti significativi tratti dal celebre romanzo di Alessandro Manzoni.

Di fronte ad una platea costituita dagli alunni del Liceo Scientifico e della scuola media accompagnati dai dirigenti scolastici, rispettivamente Gennaro Caiazzo e Michele Di Martino, e da una rappresentanza del corpo docente, oltre che dal sindaco Griffo, dal presidente del Consiglio comunale, Alfonso Eramo, e da diversi consiglieri comunali, Flory ha messo in scena i migliori passi del grande romanzo italiano. Spassosa la scena dell’incontro tra i bravi e Don Abbondio, coinvolgente la visita di Fra Cristoforo a Don Rodrigo, appassionante la descrizione della Rivolta del pane, struggente la scena della morte di Cecilia, tutti momenti interpretati in forma di monologo, capace di mantenere alta l’attenzione degli astanti, cosa non facile visto che si trattava per la maggior parte di giovani e giovanissimi studenti, che hanno apprezzato talmente lo spettacolo e la bravura di Flory da tributargli una standing ovation alla fine della rappresentazione.

Il sindaco Griffo e il presidente Eramo si sono complimentati con Marina Napolitano per come sta animando la biblioteca comunale e per le tante iniziative poste in essere ed hanno avuto parole di grande apprezzamento per il maestro Flory capace di donare forti emozioni e di valorizzare ulteriormente un caposaldo della nostra letteratura, il tutto per il solo amore per l’arte teatrale e per la cultura, considerato che l’esibizione è stata completamente a titolo gratuito.

 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico