Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Attentato incendiario, arrestato il responsabile: tradito da un’impronta

 

 Casal di Principe. Svolta nelle indagini sul grave atto intimidatorio avvenuto lo scorso 18 ottobre, a Casal di Principe, quando furono lanciate due bottiglie incendiarie contro la porta d’ingresso dell’abitazione di un cittadino attualmente detenuto in carcere.

Con l’accusa di detenzione e porto di armi da guerra, lancio di bottiglie incendiarie e tentato incendio, i carabinieri del nucleo operativo della locale compagnia hanno tratto in arresto, su ordinanza del gip del tribunale di Napoli Nord, un 34enne del posto. Attraverso filmati di videosorveglianza, testimonianze e un’impronta dattilografica analizzata dalla sezione Scientifica di Napoli, i militari dell’Arma hanno accertato la compatibilità della stessa impronta con quella dell’arrestato, presente su una delle due molotov che rimase inesplosa. L’altra bottiglia, invece, pur incendiandosi, non riuscì a investire con le fiamme le strutture in legno dell’abitazione, scongiurando ingenti danni.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico