Campania

Napoli, detenuto in prognosi riservata: famiglia denuncia pestaggi

 Napoli. Un detenuto di 45 anni, Luigi Bartolomeo, ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale Loreto Mare, sarebbe stato percosso durante e dopo l’arresto.

A denunciarlo Pietro Ioia, presidente dell’associazione Ex detenuti organizzati, e i familiari di Bartolomeo. Il quarantacinquenne venne arrestato il 21 ottobre scorso per evasione dai carabinieri, che lo ricondussero nella sua casa del quartiere Ponticelli; uscito nuovamente, venne poi arrestato dalla polizia. In entrambi i casi, secondo il racconto di Ioia, Bartolomeo ingaggiò una colluttazione con le forze dell’ordine, riportando ferite e contusioni.

Dopo aver trascorso una notte nelle camere d’attesa della Questura, il detenuto venne condotto in Tribunale: processato con rito direttissimo, venne condannato a un anno e quattro mesi di reclusione. Condotto in carcere, sempre secondo il racconto di Ioia, Bartolomeo venne subito portato al centro clinico San Paolo a causa della gravità delle sue condizioni di salute. Il giorno successivo fu trasferito al Loreto Mare, dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata.

“Ci aspettiamo – affermano Ioia e i familiari del detenuto – che su questa vicenda venga fatta chiarezza. In Tribunale Luigi aveva ecchimosi sul volto e sul corpo e temiamo che sia stato picchiato”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico