Italia

Archiviata l’inchiesta su Schifani

 Roma. “Ho pagato un grande prezzo in silenzio, ricompensato tuttavia dal trionfo della verità emerso attraverso il lavoro della magistratura nei cui confronti continuo a riporre massima fiducia”.

Questo il commento a caldo dell’ex presidente del Senato, Renato Schifani, dopo aver appreso la decisione da parte del gip di Palermo di archiviare l’inchiesta contro di lui accusato di concorso in associazione mafiosa, per due volte nel giro di quindici anni, oggetto di due richieste di archiviazione e di un ordine di svolgere un supplemento di indagini.

Secondo quanto scrive il gip “sono emerse talune relazioni con personaggi inseriti nell’ambiente mafioso o vicini a detto ambiente, nel periodo in cui lo Schifani era attivamente impegnato nella sua attività di legale, civilista, e di esperto in diritto amministrativo”.

“Ma si tratta di relazioni che riguardano l’esercizio della professione forense e che non valgono “per sostenere un’accusa in giudizio, tanto più che, a prescindere dalla consapevolezza dell’indagato sull’effettiva caratura mafiosa dei suoi interlocutori, tali condotte si collocano perlopiù in un periodo ormai lontano nel tempo (primi degli anni ’90). – si legge nella motivazione del giudice – Fatti per i quali opererebbe in ogni caso la prescrizione, in assenza di successive e più aggiornate emergenze, che possano valere ad attualizzare il significato di azioni e comportamenti astrattamente riconducibili al reato”.

“La grande fiducia che il presidente Schifani ha riposto nella Giustizia è stata ripagata”, dice il leader del Nuovo Centrodestra, Angelino Alfano.

“La realtà ha avuto il sopravvento sulle accuse – prosegue Alfano – evidenziando la correttezza del suo comportamento e la serenità e con cui ha atteso la chiusura dell’inchiesta. Noi siamo sempre stati con lui, nell’assoluta certezza della sua linearità morale, professionale e politica”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

'Ndrangheta, 18 fermi nel Reggino: c'è anche un sindaco - https://t.co/2TlwnhLOEI

Rapina in villa a Lanciano, il medico aggredito: "Pensavo che ci ammazzassero" - https://t.co/Qy0cnTDF2W

Di Maio: "Jobs Act? Una riforma folle che umilia le persone" - https://t.co/Gj4GLhMeph

Migranti e sicurezza, Salvini: "No asilo a richiedenti pericolosi o condannati" - https://t.co/tYzWooVHvU

Condividi con un amico