Italia

Pa, Renzi: “Servono tagli, c’è troppo grasso che cola”

 Roma. “Anche nella macchina della pubblica amministrazione alcuni tagli vanno fatti, c’è troppo grasso che cola. L’operazione di tagli è un’operazione che fa chiunque in una famiglia normale”.

Matteo Renzi torna alla carica, inaugurando la nuova fabbrica di rubinetti del gruppo bresciano Bonomi a Gussago, nel Bresciano, alla presenza del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

“Chi è che non ha fatto sacrifici finora – ha aggiunto il presidente del Consiglio che in questi giorni ha invece deciso di snobbare il Forum Ambrosetti (il classico appuntamento economico di Cernobbio) – è la macchina pubblica, dove non si è intervenuto nei centri di costo”.

“Non si va da nessuna parte con le riforme senza cuore: continueremo a fare le riforme costi quel che costi ma non basta” per far ripartire davvero l’Italia, ha poi aggiunto il premier facendo appello agli imprenditori per lavorare insieme.

“Ci sono due Italie, quella degli ottimisti e quella dei pessimisti, quella di chi dice che ce la fa e quella di chi soffre, di chi ci crede e di chi non ci crede. Insomma, quelli che ci provano e quella dei gufi”. “Vi chiedo aiuto – ha spiegato Renzi -, smettiamo di credere alla cultura della rassegnazione, rimettiamoci in gioco. Insieme riporteremo l’Italia dove deve stare , che sia credibile in Europa e in casa nostra, un Paese dove i nostri figli devono tornare a credere nel tricolore”.

E nelle stesse ore il presidente del Senato, Piero Grasso, è intervenuto a Cernobbio. “Il governo Renzi qui è ben rappresentato”, ha detto, commentando la polemica per l’assenza del premier. “Le riforme sono assolutamente essenziali – ha poi aggiunto – potranno aiutare l’economia. Io, come presidente del Senato mi impegnerò perché entro ottobre si possa approvare la riforma del mercato del lavoro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico