Campania

Test Medicina, arriva la carica dei “bocciati”

 Napoli. Saranno circa duemila gli studenti di Medicina che si immatricoleranno «in sovrannumero», grazie a ordinanze dei tribunali, nell’anno accademico 2014-2015.

Ma potrebbero essere il doppio. I vincitori del ricorso contro il numero chiuso, infatti, stanno cominciando a iscriversi. Ma a fare ricorso sono stati, complessivamente, oltre 4mila studenti. E le università dovranno attrezzarsi, probabilmente, per ‘assorbire’ tutti gli aspiranti medici a cui è stato riconosciuto il diritto a frequentare nonostante il test non superato.

Mille studenti “vincitori” (del ricorso) sono già andati a formalizzare l’immatricolazione, il grosso soprattutto a Bari e Napoli. Non senza qualche difficoltà, visto che le segreterie, di fronte alla novità, possono creare qualche problema. “Per questo spesso accompagniamo i ragazzi”, spiega all’Adnkronos Salute Gianluca Scuccimarra, coordinatore nazionale dell’Udu, associazione degli studenti che ha seguito i ricorsi e che continua a seguire gli aspiranti medici nella fase dell’iscrizione, per aiutarli a superare le difficoltà burocratiche che possono crearsi”.

Chi ha vinto il ricorso e viene ammesso in sovrannumero ha gli stessi diritti degli altri iscritti. Non erano riusciti a superare i test di ingresso a Medicina 2014 circa 50 mila ragazzi: di questi, però, poco meno del 10% ha fatto ricorso nel termine consentito dei 60 giorni, circa quattromila. E tutti potrebbero guadagnare il diritto all’iscrizione in sovrannumero se vinceranno il ricorso in tribunale.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico