Home

Champions, Napoli-Bilbao 1-1. Benitez: “Sono fiducioso nel ritorno”

 Finisce con un deludente 1-1 il turno di andata dei preliminari di Champions fra Napoli e Atletico Bilbao, di scena martedì sera al San Paolo.

La consolazione per i tifosi partenopei arriva però da Higuain con un gol daconsegnare agli annali del calcio e che tiene vive le speranze di qualificazione.

La squadra di Rafa Benitez si fa sorprendere nel primo tempo dagli spagnoli, superiori nel controllo del gioco e nella lucidità nell’area avversaria. Muniain punisce i padroni di casa al 41′, nella ripresa si accende la scintilla: a innescarla è Gonzalo Higuain con un gol da fenomeno.

E’ un Napoli che può far male, quello del primo quarto d’ora: Hamsik nell’arco di 2 minutiha due buone occasioni sugli spunti di Higuain e Insigne, ma è proprio sui piedi della punta di Benitez che arriva il pallone migliore per sbloccare il risultato. Magia di Jorginho per Insigne (osservato speciale di Conte dalla tribuna), che però a due passi da Iraizoz non trova il colpo vincente.

L’Athletic non si lascia intimorire e trova via via una maggior organizzazione del gioco. Al 28′ il Napoli rischia grosso: Laporte in totale libertà ci prova di testa, sfiorando la porta difesa da Rafael. La squadra di Valverde insiste 4 minuti dopo con Aduriz: sono le prove generali del gol, che arriva al 41′ con Muniain. Il Messi basco riceve il pallone da De Marcos, e al centro dell’area ha tutto il tempo di controllare e affondare il colpo con il destro.

Gli spagnoli sifanno minacciosi nei primi minuti della ripresa: il Napoli non trova il gioco e rischia già dopo 3 minuti, quando Aduriz colpisce male su assist di Rico. Callejon sembra un lontano parente di quello della scorsa stagione, Britos fatica, davanti non incidono: il Napoli non riesce a tornare all’attacco. Primo cambio per Benitez: dentro Mertens e fuori Insigne, accompagnato in panchina dai fischi.

Non è ancora al top della forma, ma al 68′ Higuain trova un gol da top player su assist di Hamsik. Il San Paolo esplode, gli uomini di Benitez crescono.2 minutidopo la rete dell’argentino Callejon solo davanti alla porta sbaglia tutto e spreca l’occasione per ribaltare il risultato.

Ma è un altro Napoli, adesso. Negli ultimi 10 minutiè un assalto totale: entrato al posto di Hamsik, Michu invece di tirare a colpo di sicuro serve Callejon, mentre all’83′ Mertens ci prova con un bolide dal limite. C’è solo la squadra di Benitez, in campo: Higuain sfiora il raddoppio all’84′ e all’86, i baschi si salvano in extremis. I 4′ di recupero non cambiano la storia del match: finisce 1-1, appuntamento il 27 agosto al San Mames con la gara di ritorno.

Fischi a Insigne, che si “irrita”. Lorenzo Insigne è uscito tra i fischi al 14′ del secondo tempo di Napoli-Atheltic Bilbao. L’attaccante azzurro ha risposto al pubblico incitando ripetutamente con la mano i tifosi a fischiare. Poi dopo essere uscito dal campo si è sfilato la maglia e l’ha lanciata sulla panchina.

Benitez: “Fiducioso nel ritorno”. “L’Athletic Bilbao è una squadra con intensità, ma all’inizio potevamo segnare almeno due gol. Loro, però, sono cresciuti col passare dei minuti. Nella ripresa siamo riusciti a reagire e abbiamo creato occasioni”.Intervistato da Sky, il tecnico del Napoli Rafa Benitez si mostra ancora ottimista per il futuro in Champions della sua squadra.”Percentuali per il passaggio del turno? Non ci sono percentuali – dice ancora Benitez -, nella sfida di ritorno entrambe le squadre scenderanno in campo per vincere. Io ho fiducia: questa sera abbiamo dimostrato di poter vincere in quattro-cinque occasioni”.

Quanto a Higuain, apparso amareggiato a fine gara, secondo il tecnico “è arrabbiato, tutti volevamo vincere. Meglio così: nella seconda partita farà ancora meglio”. E i fischi a Insigne? “Lui sente la passione dei tifosi, ma a volte non è facile in partite così importanti avere il controllo delle emozioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico