Napoli Prov.

Marano, allarme per ripetitori di telefonia mobile

 Napoli. Sos ripetitori telefonici a Marano di Napoli. L’area di confine tra la collina dei Camaldoli e il comune dell’hinterland presenta già un territorio ricolmo di antenne e ripetitori per l’emittenza televisiva e la telefonia mobile.

Da luglio cittadinanza e compagini politiche sono in agitazione per l’annunciato incremento di tali impianti. I componenti di Sinistra, Ecologia e Libertà, hanno denunciato questa nuova espansione puntando il dito sul rischio per la salute dei cittadini.

Durante la seconda settimana di agosto il sindaco Salvatore Liccardo ha sospeso le ulteriori installazioni per i successivi sessanta giorni con una determina firmata dal dirigente dell’area tecnica, Agostino Di Lorenzo, che stabilisce inoltre la convocazione di un tavolo di concertazione per il prossimo quattro settembre. Dal circolo locale di Sel, la segretaria cittadina, Stefania Fanelli, spiega le ragione della mobilitazione alla quale stanno partecipando cittadini e comitati.

Con la determina numero 478 il dirigente dell’Area tecnica, Agostino Di Lorenzo, ha disposto la sospensione temporanea per 60 giorni di tutti i procedimenti inerenti le installazioni di impianti radio-base di telefonia mobile, su procedimento avviato ad iniziativa del sindaco Liccardo. Viene sospesa l’efficacia di tutti i procedimenti autorizzativi rilasciati in forma esplicita dall’Ufficio Tecnico, e quelli per i quali le compagnie erogatrici si avvalgono delle procedure semplificate (Dia e Scia) per le installazioni sul territorio comunale di impianti radio-base, per i quali non sia già intervenuta la comunicazione di ultimazione dei lavori e regolare esecuzione.

VIDEO

Nella determina è stata inoltre stabilita la convocazione, per il prossimo 4 settembre, alle 11, nella Sala Giunta del Comune di Marano, di un apposito tavolo tecnico di concertazione mediante indizione di Conferenza dei Servizi ai sensi dell’articolo 14 Legge 241/90, al quale sono invitate le compagnie telefoniche, l’Arpac e l’Asl competenti per territorio, e le associazioni dei consumatori di tutela dei diritti alla salute che ne facciano richiesta entro il 2 settembre 2014, con il seguente tema: predisposizione regolamento comunale sulla installazione di impianti di telefonia mobile; verifiche normative; ambiti di competenza e confronto problematica salute pubblica.

Il sindaco Liccardo spiega: “Un passo concreto a dimostrazione del fatto che l’amministrazione comunale è fattivamente vicina ai cittadini, ascoltando e accogliendo le richieste dei residenti. A settembre la conferenza dei servizi segnerà il primo passo verso la redazione del regolamento comunale che andrà a regolamentare l’installazione di impianti radio base per telefonia mobile sul territorio. Sarà intrapresa ogni azione possibile nel rispetto delle leggi a tutela della salute pubblica. Ribadisco la massima disponibilità e l’invito esteso alle associazioni cittadine è la garanzia di assoluta trasparenza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico