Villa Literno

Fratelli d’Italia: “No al forno crematorio”

Tammaro Iovine Villa Literno. Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia dice no all’imminente costruzione di un forno crematorio nel cimitero di Villa Literno proprio nel centro della città.

I tre consiglieri comunali Tammaro Iovine (nella foto), Salvatore Riccardi e Antonio Ucciero, esprimono tutto il loro dissenso in quanto, ancora una volta, l’amministrazione comunale agisce senza chiedere alcun tipo di consenso ai cittadini che rappresentano.

“Riteniamo – affermano i consiglieri – che questa sia un’iniziativa inutile per la nostra comunità, una comunità già sovrastata dai tanti problemi dovuti all’inquinamento ambientale. Non dimentichiamo che sul nostro territorio insiste un impianto di eco-balle tra i più grandi d’Europa, e un forno crematorio nel bel mezzo della cittadina è l’ennesimo sopruso nei confronti dei cittadini liternesi. Il nostro cimitero non ha le caratteristiche, per intenderci, di quelle del cimitero di Pontecagnano .Infatti Pontecagnano si trova all’uscita di un’autostrada. I carri funebri non devono attraversare il paese, ma cosa più importante è che il forno di Pontecagnano è situato in una zona aperta e non in un centro urbano. Inoltre riteniamo che Villa Literno non debba essere attrattore di salme provenienti dalla provincia di Napoli o dall’intera provincia di Caserta, ma debba essere ben altro, e ci riferiamo sicuramente alla mancanza di risposte alle domande che poniamo da più di un anno, partendo dall’acqua potabile e alla questione della tassa sui rifiuti”.

I tre esponenti di FdI si oppongono in maniera dura contro chi ha sminuito il problema e si riferiscono certamente al sindaco Nicola Tamburrino e annunciano che chiederanno la convocazione di un Consiglio comunale aperto per appunto capire la portata di che cosa si stia discutendo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico