Pompei

Giffoni Experience con Ornella Muti, Argentero, Gerini e tanti altri

 Salerno. Ornella Mutitorna al festival di Giffoni da grande protagonista. La diva internazionale, amatissima in Italia e nel mondo, nel 1988 fu l’ospite d’onore della diciottesima edizione, scatenando la gioia dei fan, e quest’anno,domenica27 luglio,

… sarà la madrina di chiusura della 44esima edizione e riceverà il Premio Giffoni Award 2014. Riuscire a citare in poche righe tutta la filmografia di Ornella Muti è impresa ardua. Sono oltre 100 i suoi film. Il suo esordio al cinema avviene a 14 anni quando, scelta da Damiano Damiani, diviene la protagonista del film La moglie più bella. È poi la protagonista di Romanzo Popolare di Mario Monicelli. Negli anni successivi è protagonista di pellicole in cui lavora con Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi e viene diretta da registi come Dino Risi e Scola. Protagonista de I nuovi mostri, candidato al premio Oscar come miglior film straniero. Interpreta successivamente L’ultima Donna con Gerard Depardieu. Successo planetario con Flash Gordon di Mike Hodges, in cui interpreta la parte della perfida principessa Aura. Poi Il bisbetico domato e Innamorato Pazzocon Adriano Celentano e La ragazza di Trieste con Ben Gazzara. È del 1984 Un Amore di Swann con Jeremy Irons e Alain Delon. Non si possono non ricordare Cronaca di una morte annunciata di Francesco Rosi, Codice Privato di Citto Maselli, ‘O Re’ di Luigi Magni, Il viaggio di Capitan Fracassa di Ettore Scola. Con Sylvester Stallone è la protagonista di Oscar- un fidanzato per due figlie. Nel 1994 viene eletta “Donna più bella del mondo” dalla rivista americana Class. Ornella Muti è commendatore del lavoro in Italia e in Francia. Nel 2012 è nel nuovo film di Woody Allen To Rome with Love. Tra i numerosi riconoscimenti riceve un David Speciale nel 1976 e due Nastri D’Argento per Io e mia Sorella e Codice Privato.

Domenica 20 luglio sarà la volta dell’attriceIsabella Ferrari. La carriera cinematografica della Ferrari esplode negli anni ’90: i migliori registi italiani le regalano personaggi complessi e affascinanti. Nel 1995 vince la Coppa Volpi per Romanzo di un Giovane Poverodi Ettore Scola e nello stesso annorecita in Hotel Paura di Renato DeMaria, regista che sposerà nel 2002 e che la dirige ancora nel 2004 inAmatemioltre che in tre fiction tv. Tantissimi i ruoli intensi che ha interpretato nel corso degli anni. Ha lavorato anche con il regista FerzanÖzpetek, ospitedel Giffoni Experience 2014 il 25 luglio: inSaturno Controinterpreta la fioraia Laura e inUn Giorno Perfettoveste i panni della protagonistaEmma Tempesta Buonocore. Il 2007 è l’anno di Caos Calmodi Antonello Grimaldi, con Nanni Moretti, e deIl Seme della Discordiadi Pappi Corsicato. Nel 2009 porta al cinemaDue Partite, con la regia di Enzo Monteleone e tratto dall’omonima pièce teatrale di Cristina Comencini,per il quale ha ottenuto il Premio Ennio Flaiano 2006. Dopo un cameo inTo Rome With Love, esperienza che condivide con la Muti, la Ferrari vince nel 2012 il Marc’Aurelio d’Argento come Miglior Attrice al Festival del Cinema di Roma perE la Chiamano Estatedi Paolo Franchi. Nel 2013 è neLa Grande Bellezzadi Paolo Sorrentino, prima di interpretare il ruolo di una “tagliatrice di teste” neIl Venditore di Medicine, di AntonioMorabito.

Lunedì 21 luglio il Giffoni Experience attende Claudia Gerini, versatile attrice di cinema, televisione e teatro. La sua carriera cinematografica si sviluppa sia in Italia che all’estero al fianco di importanti attori e registi come Castellitto, Tornatore, Mel Gibson, passando con disinvoltura da ruoli comici ai più drammatici. Il suo primo successo cinematografico è rappresentato da Viaggi di Nozze di Carlo Verdone con il quale lavorerà ancora in Grande, grosso e Verdone. L’esordio, da giovanissima, è però in televisione nel programmadi Gianni BoncompagniNon è la Rai; successivamente è al fianco di Pippo Baudo alla conduzione del Festival di Sanremo. In teatro si esibisce nello spettacolo Angelo e Beatrice.

Diretto dal maestroFerzan Özpetekanche il seneseFrancesco Arca, presente al GFF martedì22 luglio. Dopo aver partecipato ad alcuni reality, dal 2007 inizia a collezionare piccoli ruoli in serie tv e arriva sul grande schermo nel 2010 grazie a una piccola parte inScusa ma Ti Voglio SposarediFederico Moccia. Nel 2011 è nel cast del film5 (Cinque)di Francesco Dominedò. Torna in televisione nella serieLe Tre Rose di Eva, ma il primo ruolo da protagonista arriva nel 2014, con Il Commissario Rex. Nello stesso anno la consacrazione cinematografica. FerzanÖzpeteklo sceglie come protagonista del suo ultimo film, Allacciate le Cinture, nel ruolo di Antonio, un meccanico rude, infantile, donnaiolo e omofobo, che si innamora di Elena (KasiaSmutniak), una donna troppo sofisticata per lui, attratta anche dall’amico Fabio (Filippo Scicchitano).

Il maestroFerzan Özpeteksarà a Giffoni venerdì 25 luglio.Il suo debutto cinematografico come regista avviene nel1997con il filmIl Bagno Turco(Hamam), a cui seguonoHarem SuaréeLe Fate Ignoranti, intensa pellicola conMargherita BuyeStefano Accorsinei panni degli amanti dello stesso uomo. Segue il grandissimo successo perLa Finestra di Fronte.La pellicola vince il David di Donatello per il miglior film e il premio David Giovani. Özpetek è nominato come miglior regista e migliore sceneggiatura, ma non vincerà nessuno dei due premi e si rifarà invece con il Nastro d’Argento per il miglior soggetto. Nel 2004 fa discutere il suoCuore Sacro, seguito dal filmSaturno Controche raccoglie nel cast le più intense personalità del cinema di ieri e di oggi. Nel 2008Valerio MastandreaeIsabella Ferrarisono i protagonisti del drammaticoUn Giorno Perfetto, mentre nel 2010 cambia genere e dirige una commedia brillante, seppur intrisa di valori e sentimenti strazianti,Mine Vaganti. Due anni dopo è dietro la macchina da presa per firmare la regia diMagnifica Presenza.Il 28 aprile 2011 intraprende una nuova avventura professionale, debuttando alla regia teatrale con l’opera liricaAida, portata in scena durante la stagione del Maggio Fiorentino. Nello stesso anno ritira al Gay Village di Roma ilGay Village Awardper la sezione cinema. Nel 2012, invece, cura la regia dellaTraviata, opera inaugurale della stagione lirica 2012/2013 del Teatro San Carlo a Napoli.Il 5 novembre 2013 viene pubblicato, da Mondadori, il suo primo romanzo, Rosso Istanbul.Nel marzo 2014 è uscito nelle sale cinematografiche italiane il suo decimo film, intitolato Allacciate le Cintureche ha ottenuto undici candidature ai David di Donatello e sei ai Nastri d’argento.

Sempre il 25 luglio ci sarà l’attrice unghereseAndrea Osvart. Tra i suoi lavori al cinemaCasanovaaccanto ad HeathLedger,Spy Game, conRobert Redford e Brad Pitt, Duplicityaccanto a Clive Owen,Il Rabdomantedi Fabrizio Cattani,La fine è Il Mio Iniziosulla vita di Tiziana Terzani con Elio Germano. In tvè stata protagonista neLo Scandalo della Banca Romana,Pompei,Le Ragazze dello SwingeLa Donna della Domenica. Nel 2012Andrea Osvart ha ottenuto due importanti riconoscimenti per la sua interpretazione nel filmMaternity Blues: ilPremio Biraghia Taormina assegnato dalla SNGCI durante la cerimonia dei Nastri d’Argento e l’European Golden Globeconferitole dalla stampa estera accreditata in Italia. Ha recitato anche nel film americanoAftershockdi Nicolas Lopez, prodotto da Brian Oliver ed è stata la protagonista anche della serie tv franco-canadeseTransporter: The Series.

Ancora venerdì 25 luglio ospite ancheGiulia Michelini, senza dubbio una delleattrici più amate e popolari d’Italia e con una carriera in continua ascesa.Attualmente è sul set diTorno Indietro e Cambio la Mia Vita, insieme a Raoul Bova, che vedremo nella prossima stagione al cinema. Sempre sul grande schermoèstata la protagonista femminile diCado dalle Nubi, con Checco Zalone. È stata, inoltre, tra le protagoniste diRicordati di Medi Gabriele Muccino, Febbre da Fienodi Laura Luchetti e diImmaturidi Paolo Genovese. Anche lei ha lavorato in Allacciate le Cinturedi FerzanÖzpetek. Prossimamente al cinema con il filmI Calcianti. Tra i suoi ultimi lavori televisiviil film tv L’Ingegnere, del ciclo di Gli Anni Spezzati. E nella prossima stagione sarà la protagonista assoluta deIl Bosco.

A chiudere il Giffoni Experience ci saràLuca Argentero che ha lavorato con lo stesso FerzanÖzpeteknel filmSaturno Contro. Nel 2006, Francesca Comencini lo sceglie perA Casa Nostrae a seguire accetta la sua prima parte da protagonista nella miniserietv La Baronessa di Carinidi Umberto Marino. Nel 2010 ottiene una parte in Mangia Prega Ama, con Julia Roberts e Javier Bardem, per poi essere protagonista della fiction Tiberio Mitri Il Campione e la Miss. Nel 2012 prende parte a diversi progetti, tra cuiIl Cecchinodi Michele Placido,E la Chiamano Estatedi Paolo Franchi, Pazze di me di Fausto Brizzi e in Bianca Come il Latte, Rossa Come il Sangue. Nel 2013 torna protagonista nel thriller di Marco RisiCha ChaChae nella commedia di Luca MinieroUn Boss in Salotto. Tra il 2013 e nel 2014 partecipa al serale diAmici di Maria De Filippicome giurato. Sul grande schermo lo rivedremo a ottobre inFratelli Unici, l’ultima pellicola del regista Alessio Maria Federici.

Argentero presenta al GFF “MegatubeCreators”,il primo portale unico di prodotti video di qualità. 34.200.000 di visualizzazioni, 157 milioni di minuti passati sui video a soli due mesi dal lancio ufficiale: questi sono i numeri delprimo Multi Channel Network di Youtube in Italia, promosso da Inside Productions e Luca Argentero, Direttore Artistico delle proposte web native della piattaforma.

Come una vera e propria sfida, l’8 maggio 2014 è stato lanciato alpubblicoMegatu.be, un progetto inedito in Italia che, sfruttando le potenzialità del colosso Google dei video web, permette agli utenti di viaggiare attraverso proposte di film in streaming, anime, musica ma,soprattutto,dà respiro e nuova linfa alle webseries, il più imponente fenomeno mediatico sul web degli ultimi anni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico