Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Mascolo: “La maggioranza aumenta tariffe senza saperlo”

 Mondragone. Tra i numerosi argomenti all’ordine del giorno del Consiglio comunale di venerdì 2 maggio vi erano il nuovo regolamento Iuc e le tariffe Iuc 2014, con i quali si è andati a disciplinare tutta la fiscalità locale qui a Mondragone, …

… stabilendo come e in che misura si dovranno pagare le tasse comunali. Parliamo dell’Imu, la nuova tassa sui servizi indivisibili Tasi e la nuova tassa sui rifiuti, la Tari. Ovviamente, rispetto ad argomenti di così alto impatto politico-sociale, il sottoscritto, unitamente agli altri sette consiglieri di opposizione, riteneva necessario verificare articolo per articolo tutto il Regolamento Iuc (circa 90 articoli) e riteneva sicuramente doveroso approfondire le Tariffe, che appaiono fortemente aumentate. Basti pensare che per quanto riguarda l’’Imu la tariffa è salita al 10.50 per mille così come per la Tasi, che per la maggior parte degli immobili (per capirci anche le prime case), non prevede la detrazione per abitazione principale e l’aliquota è quella massima del 2.50 per mille.

Una brutta sorpresa per quei mondragonesi possessori di prima casa che precedentemente non dovevano pagare nulla ! In oltre la tassa sui rifiuti è stata ulteriormente aumentata rispetto a quella già salatissima dello scorso anno, soprattutto per le utenze domestiche.

A fronte di tutto ciò, noi dell’opposizione, avremmo voluto sapere dai nostri colleghi della maggioranza, come mai, non avevano previsto un’aliquota ridotta e la detrazione per la prima casa sulla Tasi, specie nei casi di nuclei familiari meno abbienti, come mai è stato reso tanto limitativo l’accesso alla detrazione prima casa ai fini Imu per gli immobili concessi in comodato ai figli, perché non prevedere l’esenzione dall’Imu e Tasi per gli anziani o disabili che risiedendo in case di Cura o Ospizi, inoltre avremmo voluto capire perché il costo relativo alla raccolta dei rifiuti solidi urbani continua ad aumentare, obbligando i mondragonesi al pagamento di una tassa che cresce ogni anno. Saremmo stati disposti a fare mattina o meglio a distribuire il lavoro su più Consigli comunali.

Invece, è apparso subito chiaro che la maggioranza, intendeva approvare sbrigativamente il nuovo regolamento di fiscalità locale e che non aveva alcuna voglia di analizzarlo seriamente. La giustificazione era che le Commissioni Consiliari permanenti avevano già analizzato la materia e non meritava ulteriori approfondimenti!

Ricordo che le Commissioni Consiliari, sono quegli organismi costituiti dai consiglieri comunali stessi, che si riuniscono prima del Consiglio Comunale per Studiare tutti gli argomenti che verranno poi sottoposte all’approvazione del Consiglio ed eventualmente per proporre modifiche o migliorie. Bene, sono andato a leggere i verbali delle quattro commissioni consiliari che, la maggioranza, ha tenuto prima dell’approvazione definitiva del nuovo regolamento di fiscalità locale, ed ho scoperto che nella prima seduta del 16/04/2014 avrebbero discusso per circa quattro ore e mezza, non delle tasse locali, e neanche del Regolamento, ma di un non meglio specificato “Progetto – Le Strade del Vino Falerno-”, nella seconda seduta del 18/04/2014, dopo quattro ore di discussione non avevano ancora trovato modo di parlare delle tasse, idem per la terza seduta del 05/05/2014, occorre arrivare alla quarta seduta del 08/05/2014 (meno di ventiquattro ore prima del Consiglio Comunale) per trovare circa quattro righi e mezzo di verbale nei quali si afferma di condividere totalmente le tariffe ed il regolamento Iuc.

Insomma, la maggioranza Cennami-Schiappa ha approvato un nuovo sistema di fiscalità locale ed un forte aumento delle tasse senza saperne nulla.

Il capogruppo consiliare Luigi Mascolo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico