Italia

Come difendersi dalle truffe su internet e dal phishing

 Ormai tutti a casa nel tempo libero o in ufficio per lavoro utilizziamo la connessione internet e navighiamo sul web.

Grazie alle tariffe di Tiscali, Fastweb o Telecom Italia, infatti, oggi è possibile avere una linea adsl veloce e affidabile per stare connessi tutte le ore che ci va. Tuttavia, la rete internet è ricca di pericoli per gli utenti poco esperti e purtroppo è facile incorrere in truffe o in casi di phishing. Difendersi però è possibile se si seguono alcune semplici indicazioni.

Innanzitutto vediamo che cos’è il phishing e in cosa consistono le truffe su internet. Si parla di phishing o di truffa telematica quando qualcuno (ipotizziamo un hacker) cerca di “rubare” le nostre informazioni personali tramite una pagina web fittizia o come si dice in inglese un fake. La migliore tutela per un utente è ovviamente riconoscere questa pagina truffa e segnalarla alle autorità competenti che in questo caso è la Polizia Postale.

Ma come si fa a riconoscere una pagina fake e un caso di phishing? Basta seguire alcuni semplici consigli di navigazione in sicurezza. La regola numero uno è: tenetevi sempre stretti i vostri dati personali e di privacy. Qualsiasi cosa facciate non inserite i vostri username, password, numeri di telefono, codici della carta di credito o del conto corrente, a meno che non sia estremamente necessario. Se vi viene richiesto, accertatevi che si tratti di una pagina web autentica e non ci sia dietro una truffa.

Per accorgersi di una truffa su internet aprite bene gli occhi e, ad esempio, cercate vari errori grammaticali all’interno della pagina web. I servizi affidabili dei siti più autorevoli non contengono refusi o errori grammaticali che quindi possono essere la spia di una truffa o di un caso di phishing. Attenzione poi all’url ovvero l’indirizzo del sito internet: ovviamente le pagine fake avranno un indirizzo simile a quello delle pagine originali, ma in genere presentano serie numeriche “sospette”.

In genere le truffe su internet avvengono tramite mail o messaggi di chat. Per tutelarsi, quindi, è bene innanzitutto scaricare un buon software antivirus che agisca anche sulle nostre navigazioni web e poi è bene fidarsi della casella spam sulla nostra mail che ha il compito di fermare i messaggi sospetti. In ogni caso la regola generale è “non cliccate su link sospetti”, ma accedete ai vostri servizi bancari o di altro tipo tramite un web link salvato fra i preferiti.

Attenzione poi anche ai social network che sono utilizzati ormai da milioni di utenti e quindi attirano le attenzioni degli hacker. Siti come Facebook e Twitter ovviamente sono affidabili, ma è possibile che qualche malintenzionato li utilizzi per ottenere i dati degli utenti: è bene quindi non inserire mai sul portale il proprio numero di cellulare (che comunque raramente viene richiesto obbligatoriamente) e men che meno i codici della propria carta di credito o del conto corrente online.

Controllate quindi sempre le varie autorizzazioni sulla gestione sui dati personali e di privacy anche e soprattutto quando accedete ai siti di e-commerce. Fare acquisti online è una pratica comoda e aiuta a risparmiare, ma è anche il mezzo più usato dagli hacker per rubare i dati bancari dei consumatori. Prima di effettuare una transazione con carta di credito, quindi, accertatevi che il sito sia regolare e controllate che sulla barra dell’url sia presente l’icona di un lucchetto.

Seguendo queste semplici indicazioni, quindi, eviterete molti problemi, ma il consiglio è di farvi guidare da un esperto quando fate operazioni delicate su internet magari con grandi spese.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico