Italia

Parlamentari e ministri: ecco i loro redditi

 Roma. Rese pubbliche le dichiarazioni dei redditi di ministri, deputati e senatori della XVII legislatura. Di poco superiore ai 4,5 milioni di euro la cifra dichiarata nel 2013 (e riferita al 2012) dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

E, se Berlusconi resta in vetta per i redditi dichiarati, i suoi guadagni crollano però rispetto all’anno prima, quando era arrivato a 35 milioni di euro di imponibile.

Ha perso quindi 30 milioni di euro. L’ex cavaliere ha pagato la crisi delle sue controllate a cominciare da Mediaset.Tra i parlamentari spicca la differenza di reddito tra Laura Boldrini, presidente della Camera e Pietro Grasso, presidente del Senato.

La Boldrini ha dichiarato 6.314 euro. A questi si aggiungono però 94mila euro dell’Onu, somma non soggetta a imposizione fiscale.

Per quanto riguarda i soldi non tassabili dell’Onu alla Boldrini, la numero uno di Montecitorio ha precisato che non vengono tassati a livello nazionale sulla base degli “accordi che regolano il regime fiscale dei funzionari di organismi internazionali”. Per le spese elettorali sostenute dalla Boldrini nella campagna elettorale del 2013 (di cui è obbligatoria la rendicontazione) la presidente dichiara di aver speso 5.708,70 euro.

Il ministro della PaMarianna Madia denuncia al fisco 98.471 euro, ma possiede anche un appartamento, un box oltre a due porzioni di fabbricati, in nuda proprietà; il ministro guida una fiat panda del 2009.

Nel Nuovo centrodestra, il ministro dell’Interno e leader della formazione politica,Angelino Alfano, ha dichiarato redditi imponibili per 105.186 euro; il ministro dei Trasporti,Maurizio Lupi, ha invece dichiarato 282.499 euro, mentre il ministro della Salute,Beatrice Lorenzin, anche lei di Nuovo centrodestra, ha dichiarato 98.471 euro.

Quanto ai capigruppo, èLorenzo Dellaiil più ricco della Camera, il presidente dei deputati dei popolari per l’Italia ha un reddito imponibile di 193.299 euro, lo segue Andrea Romano, capogruppo di scelta civica, con 186.095, quindi Renato Brunetta,Giancarlo Giorgetti della Lega con 133.907 euro,Pino Pisicchio, presidente del gruppo misto, con 129.758,Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia con 106.944 euro,Nunzia De Girolamodi Ncd con 98.471 euro,Roberto Speranzacon 35.895 euro,Gennaro Miglioredi Sel con 20.124 Euro.

Il più povero di tutti, nullatenente, è Giuseppe Brescia capogruppo grillino che nel 2013 non ha presentato la denuncia dei redditi. Sono molti, invece, i deputati dei 5 Stelle che nel 2013 non hanno presentato la dichiarazione dei redditi. Lo si evince dalla lettura delle dichiarazioni rese pubbliche dalla Camera.

I 5 Stelle sono i deputati con i redditi complessivamente più bassi e tra di loro molti, prima di entrare in Parlamento, non guadagnavano nemmeno un euro. Tra questi anche il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. Mentre Alessandro Di Battista, uno dei leader del movimento, dichiara di aver guadagnato solo 3.176 euro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico