Villa Literno

Tassa rifiuti, Fratelli d’Italia chiede maggiore equità

 Villa Literno. I consiglieri di Fratelli d’Italia, Antonio Ucciero, Salvatore Riccardi e Tammaro Iovine, accusano l’amministrazione comunale guidata da Nicola Tamburrino di immobilismo amministrativo.

A parlare è il consigliere Antonio Ucciero: “Il tema ambiente ed ecologia è per noi un tema molto importante. Chi segue i lavori amministrativi sa bene che la causa che ci ha portato alla scissione definitiva con l’amministrazione comunale e con l’attuale Sindaco è dovuta proprio a una diversità di vedute in questo settore”. A Villa Literno così come a Giugliano, insiste una discarica “provvisoria” di cosiddette “ecoballe”, tra le più grandi d’Italia se non d’Europa. In questi giorni, proprio Giugliano è stata teatro di scontri e tumulti da parte dei cittadini che hanno protestato proprio contro i continui aumenti derivanti dalla tassa dei rifiuti, accusando gli attuali commissari di governo di comminare ai cittadini giuglianesi la Tares più alta d’Italia.

“Noi di Fratelli d’Italia, – spiega Ucciero – in virtù di queste notizie che apprendiamo dai quotidiani, abbiamo cercato di comparare la nostra tassa sui rifiuti con quella di Giugliano e ci siamo accorti che, a nostro malgrado, sono i cittadini liternesi ad avere questo primato”. Fdi riporta qualche esempio: “Una abitazione di 150 metri quadri con un solo abitante paga a Giugliano 386,12 euro mentre a Villa Literno paga 741 euro, il tutto è riscontrabile dalle aliquote fissate da entrambi i comuni”.

Il gruppo Fratelli d’Italia ribadisce al sindaco: “di provvedere a rendere equa la tassa sui rifiuti con la modifica del regolamento e l’inserimento nel calcolo del parametro ‘numero componenti del nucleo familiare che risiede nell’immobile’; di incassare direttamente come Comune i soldi provenienti dalla raccolta differenziata (Consorzi di Filiera) e non come ancora accade che i nostri soldi sono consessi a privati attraverso la delega; di rendere l’isola ecologica una risorsa come avviene in tanti altri Comuni d’Italia!; l’implementazione di un meccanismo premiante per gli utenti che fanno la raccolta differenziata in modo virtuoso, attraverso degli sconti sulla tassa; di applicare le esenzioni/riduzioni previste nella normativa di istituzione della Tares con decorrenza dal 01/01/2013 es. il comune con regolamento può prevedere riduzioni tariffarie, nella misura massima del trenta per cento, nel caso di abitazioni con unico occupante, ecc..”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Santa Maria la Fossa, bracconaggio: tre denunce e armi sequestrate - https://t.co/5VnjI65xhq

Frode fiscale, sequestro da 650mila euro a ditta trasporti casertana - https://t.co/gyVPSu8aIZ

Giovanni Floris a Casal di Principe per "Transit - Scrittori di passaggio" - https://t.co/Dgm0Sv3buD

A Parete una sede del Liceo Scientifico "Fermi" - https://t.co/OMkxdBRQjo

Condividi con un amico