Sessa Aurunca - Cellole

Bonifica “Cotoneria”, la soddisfazione di Sel

 Sessa Aurunca. “Ben venga la bonifica del sito ‘la Cotoniera’, finalmente l’amministrazione batte un colpo in risposta alla valanga di sollecitazioni che da più parti ed in continuazione le sono arrivate in questi anni”.

Lo afferma Domenico Palmieri, coordinatore del circolo Sel di Sessa Aurunca. “Inutile sottolineare – continua Palmieri – quante volte sia stato posto il tema dell’utilizzo dei fondi del ristoro anche per opere di questo tipo, e sorvoliamo sulle responsabilità storiche in materia di rifiuti di qualche assessore e delle sue relazioni politiche. Nonostante i ritardi e il vociare su presunti interessi privati che guidano l’improvviso risveglio dei nostri amministratori, registriamo con favore le dichiarazioni di Lorenzo Di Iorio sulla bonifica del sito in località Cotoniera. Riteniamo tuttavia necessario rammentare che il vero nodo rimane la discarica ‘La Selva’, quella stessa riguardo alla quale il sindaco, solo qualche mese fa, credeva non ci fosse altro da fare oltre al controllo del percolato. ‘Tutto a posto’, affermava con estrema semplicità il primo cittadino: dichiarazioni ancora riscontrabili sui siti di informazione online e mai smentite. Registriamo con favore, oggi, il cambio di posizione e la presa di coscienza della necessità di intervenire sulla discarica ‘la Selva’, partendo dalla caratterizzazione per poi arrivare alla effettiva messa in sicurezza o, come crediamo, bonifica del sito secondo i dettami della legge 36/2003”.

“Sono anni – ricorda Palmieri – che il circolo Sel ‘Angelo Vassallo’ si spende in prima linea, a tutti i livelli, sulla questione del risanamento ambientale e sul tema delle discariche. In merito a ciò, grazie ad un rapporto diretto con i parlamentari Sel alla Camera e al Senato, abbiamo prodotto, nell’ordine: una interrogazione, una mozione parlamentare, e soprattutto un ordine del giorno con i nostri emendamenti alla legge 136 sulla terra dei fuochi. In particolare l’accoglimento da parte del governo dell’ordine del giorno 1.1 sulla legge 136, presentato al Senato da Peppe De Cristofaro e Loredana De Petris, imporrà la bonifica o messa in sicurezza delle discariche pubbliche o private che risultino responsabili dell’inquinamento dei terreni analizzati secondo i criteri della legge, e renderà possibile che i proprietari di questi stessi terreni, nel caso provato in cui abbiano subito incolpevolmente il danno, possano accedere a delle forme di risarcimento”.

“Grazie al contributo del nostro circolo, – conclude il coordinatore di Sel – che si è avvalso della competenza giuridica di eccellenze presenti sul territorio e ha fatto sintesi delle varie esperienze depositarie e tuttora protagoniste delle lotte ambientaliste aurunche, si sono insomma ottenuti risultati politici di rilievo nazionale. Continueremo ad essere presenti e dare battaglia, con spirito costruttivo, stando sempre dalla parte del bene comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico