Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

10 febbraio, Arecchia: “Una strada per i martiri delle Foibe”

 Marcianise. Ricorre oggi il decimo anniversario dell’istituzione della Giornata del Ricordo, al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

Dal latino fovea (fossa, cava), le foibe rappresentano le cavità carsiche che, attraverso un processo di lenta erosione, sono scavate dai fiumi nelle viscere della terra, nel corso dei millenni. Fu in quelle fosse che furono buttati migliaia di italiani da parte delle truppe di Tito, la maggior parte di loro erano ancora vivi.

“E’ doveroso – ha spiegato il sindaco Antonio De Angelis – tramandare ai nostri giovani il patrimonio di testimonianze sui massacri delle foibe affinché essi comprendano l’orrore a cui può condurre l’odio razziale, cogliendo per converso il valore insito nella diversità, quale ricchezza da tutelare. Auspico che le scuole del territorio, anche attraverso la collaborazione con il Comune, promuovano iniziative per la commemorazione delle vittime di questo genocidio e per l’approfondimento di una delle pagine più buie della nostra storia”.

“Con questa legge – afferma l’assessore Anna Arecchia – è stata finalmente resa giustizia alle migliaia di nostri concittadini, della cui tragedia, per oltre mezzo secolo, i libri di storia non hanno parlato. E se, ancora una volta, corre il dovere morale di rievocare una triste pagina della nostra storia, sia questo ricordo fonte di approfondimento nelle scuole, affinché i nostri giovani alunni imparino a stigmatizzare la violenza ed evitino che eccidi tanto efferati possano cadere nell’oblio. In qualità di docente, prima che di amministratore della nostra città, invito i dirigenti scolastici ad inserire nei viaggi di istruzione la visita alle foibe, quale momento fondamentale per l’educazione e la formazione dei nostri studenti. Insieme al sindaco De Angelis, mi impegnerò affinché sarà reso possibile intitolare qualche strada di Marcianise alle vittime innocenti di tale genocidio, per mantenerne vivo il ricordo e permetterne la commemorazione”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Parete, maltrattavano alunni: sospese due sorelle-maestre di Giugliano https://t.co/ViQCSNJZOp

Trentola Ducenta, Zinzi: "Apicella è il sindaco giusto, politica sana con lui" - https://t.co/lLW8VUQtuy

Aversa, prima multe per Ztl. Villano: "Nessun avviso di attivazione, sindaco chieda scusa" - https://t.co/alKvmfdMpA

Capodrise, spara all'avvocato: "Licenziato per colpa tua" - https://t.co/TtSdNV9CDw

Condividi con un amico