Cesa

La Pro Loco presenta “Donna e uomo: due modi di essere umano”

 Cesa.E’ in programmavenerdì 7 febbraio, alle ore 18, nella sede della Pro Loco in piazza De Gasperi, l’incontro conEnrica Romano, per la presentazione del libro “Donna e uomo: due modi di essere umano”.

Un appuntamento organizzato dalla Pro Loco di Cesa per sottolineare l’interesse per le problematiche di genere che l’associazione ha sempre manifestato. Interverranno, oltre all’autrice del testo, la psicologa Carmen Bortone e l’avvocato Anna Mele; mentre le conclusioni saranno affidate al professor Giuseppe Limone, ordinario di Filosofia del Diritto e della Politica presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, Facoltà di Giurisprudenza.

Interverranno per i saluti il sindaco dottor Cesario Liguori eil vicepresidente del consiglio provinciale dottor Giuseppe Fiorillo. L’incontro sarà moderato dalla dottoressa Angela Oliva. A fare da cornice all’evento, ci sarà un’esposizione delle opere dell’artista Nicola Villano, autore, tra l’altro della copertina del secondo libro della Romano dal titolo “Ho roghi al cuore”.

Entusiasta la presidente della Pro Loco, Anna Mele, che, in merito, ha dichiarato: “Parlare di etica non è anacronistico, anzi in un momento di profondo smarrimento urge ancor di più la necessità di interrogarsi sui valori fondanti di una società civile per arginare la deriva che incombe. Il libro della dottoressa Enrica Romano colpisce per la sua incisività e chiarezza ed affronta temi che attengono alla vita di ognuno di noi nel suo essere maschile e femminile, sulla complicata causalità dello sviluppo di ogni ‘individuo, che a prescindere dalle sue scelte di vita è frutto di un’evoluzione psicologica delicata e straordinaria. La Proloco è lieta di patrocinare questo evento che rappresenta un momento di crescita per la nostra comunità”.

L’autrice del libro, Enrica Romano, sottolinea l’importanza della problematica di genere: “Oggi è più che mai necessario riflettere sul rapporto tra i generi, sulla relazione tra uomo e donna. Donna e uomo sono due modi di essere umano. Siamo uguali ontologicamente, in quanto persone partecipi della stessa natura, ma “funzioniamo” in modo differente. Nasciamo entrambi da un corpo di donna ma i nostri vissuti, il nostro sviluppo psicologico e sessuale percorrono sentieri diversi, le relazioni con le prime figure di riferimento (mamma e papà) sono differenti. Mi sono chiesta quindi “ma allora uomini e donne pensano, amano, studiano, comunicano in modo differente? Questo è il viaggio che voglio fare insieme ai lettori e alle lettrici; un viaggio che conduca alla valorizzazione della differenza e a una modalità sana di relazione tra i generi che possa coinvolgere tutti/e a partire dalle nuove generazioni, con un’educazione fin dalla più tenera età alla relazione, alla comunicazione, all’affettività”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Casapesenna, De Luca inaugura centro servizi dell'area Pip - https://t.co/gn463FNtRp

Santa Maria Capua Vetere, campione di arti marziali assolto da reato di rapina - https://t.co/Eef4eYfZcD

Aversa, crisi mercatini natalizi: la Lega chiede ubicazione più consona - https://t.co/Rq1YkNVXXS

Marcianise, "I mestieri dello Spettacolo": incontro con Lello Marangio - https://t.co/FW8Jj8MTiI

Condividi con un amico